DALL'ARCHIVIO - Gli astri celesti ci parlano

20 dicembre 2006 Intervista a Vittorio Messori per Chi

Gli astri celesti ci parlano


In questo periodo di fine anno, su tutti i giornali, alla radio e in televisione si susseguono previsioni e progetti per il 2007 in arrivo. Moltissimi gli interventi degli astrologi e i richiami alle profezie dei famosi veggenti, soprattutto a Nostradamus che è il più celebre. Cercare di sapere il futuro che ci aspetta, è una abitudine, una specie di tradizione a metà strada tra la curiosità e il fascino per il mistero.


C'è chi dà molto credito a questo tipo di previsioni. E c'è chi invece le liquida con un sorriso di scherno giudicandole delle sciocchezze. Ma anche chi le accusa e le condanna. Alcuni ecclesiastici infatti hanno preso una dura posizione contro l'astrologia. Qualcuno l'ha persino definita "diabolica".

Ne parliamo con Vittorio Messori, uno dei più autorevoli scrittori cattolici del nostro tempo, amico di due Papi con i quali ha avuto l'onore di firmare dei libri. Messori non condivide il pensiero di alcuni ecclesiastici riguardo l'astrologia e alle previsioni di questo tipo. Nel suo recente volume "Emporio Cattolico" (SugarCo Edizioni) fa un'ampia e documentata difesa di queste pratiche.


<>, spiega Messori. <>

Domanda. Dottor Messori, nella sua argomentazione in difesa dell'astrologia lei cita i Magi, i Vangeli, i Padri della Chiesa, san Tommaso D'Aquino. Pare quindi che l'astrologia sia parte importante del Cristianesimo.


Risposta. <

<>


 D. Allora è certamente sbagliato condannare le previsioni come ha fatto qualcuno.


 R. <

<>

D. In che modo?


R. <>

D. Quale è secondo lei l'atteggiamento che un cristiano dovrebbe avere nei confronti dell'astrologia?


R. <>

D. Lei si è mai fatto fare l'oroscopo?


D. <>

D. Ci sono delle profezie, per esempio di Nostradamus, il principe degli astrologi, che si sono realizzate in pieno?


R. <

<>

D. C'è differenza tra le profezie degli astrologi e quelle dei "veggenti" mistici, cioè quelle persone che fanno previsioni affermando di averle ricevute dalla Madonna o da qualche santo?


R. <>

D. Nel suo libro "Ipotesi su Maria", lei si lamenta perché nessuno tra gli studiosi cattolici ha mai fatto una seria ricerca per constatare se le profezie fatta dalla Vergine nelle varie apparizioni si siano avverate e in che misura. E porta ad esempio una ricerca fatta da lei stesso riguardante una previsione della Madonna nelle apparizioni a La Salette. Di cosa si tratta?


R. <>


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext