DALL'ARCHIVIO - Langone alla scoperta dell'altra facebook dei movimenti cattolici - Tridentini

ANNO 2008 Camillo Langone per il Foglio

 

Tridentini. Paraninfo, che bella parola. Da grande voglio fare il paraninfo e combinare appuntamenti fra tridentini e focolarine, membri dei due gruppi sessualmente più squilibrati del cristianesimo italiano (i primi senza donne, le seconde senza uomini).


Chiamo tridentini non gli affiliati a un movimento in senso stretto ma i cultori di un filone, liturgico prima che ecclesiastico: sono i sostenitori della Fraternità sacerdotale San Pietro, severa custode del messale di Pio V in grande rilancio dopo il motu proprio di Papa Benedetto. Aumentano di domenica in domenica i partecipanti alle messe in latino, ma non la percentuale di donne fra i banchi. Le interpretazioni un'altra volta, oggi mi limito a riportare quanto annusato su FB: questi giovani maschi reazionari amano infallibilmente la storia, Dante, il canto gregoriano, la musica barocca, Lepanto, i Borboni, la tiara, il Papa Re, gli abiti talari, i perfetti gesti liturgici di monsignor Guido Marini, un lungo catalogo di cardinali tra i quali non si nota Martini (bensì Newman, Ottaviani, Schuster, Siri, Castrillón Hoyos), e poi Pio IX e Pio X e Pio XII...


Ovvio che le femmine si spazientiscano.


Sono qui che studio il metodo per ridurre le distanze fra i paladini dell'organo monumentale e le vestali della chitarra ritmica (è dura, trattandosi non di due diversi suoni ma di due diverse teologie).


Comincerei col far sapere alle care focolarine che l'incenso è il più sublime dei profumi, che il velo dona molto e che fra i tridentini ci sono, garantisco io, alcuni buonissimi partiti.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext