3 dicembre 2012 Preghiera

3/12/2012 Camillo Langone per il Foglio

 

Vorrei dare a Renzi quello che è di Renzi: per quanto amorale a tutta pagina e oscenamente ambizioso, il pinocchietto di Firenze mi ha restituito quello che Monti mi ha rubato.


 

Portandosi appresso Brunello Cucinelli come testimone, Renzi mi ha fatto risparmiare un mucchio di soldi, più o meno lo stesso mucchio di soldi che ho appena versato per l'Imu (io non aspetto l'ultimo giorno, pago le tasse appena ho il calcolo del commercialista, non per slancio verso uno stato a cui non riconosco alcuna autorità morale ma verso Gesù e il suo "Estote parati": voglio poter morire in qualunque momento senza il pensiero di lasciar debiti agli eredi).


Costano moltissimo le bellissime maglie di Cucinelli eppure per Natale ne avrei comprata una.


Se Monti non mi avesse preso i soldi e se Cucinelli non mi avesse tolto la voglia: ma come gli è venuto in mente di prendere parte, lui sempre così olimpico, serafico, filosofico?


Il principio costitutivo dell'eleganza è l'unità ed essere faziosi, divisivi, rende volgari produttori e prodotti.


Perciò ringrazio Renzi che senza volerlo mi ha mostrato le tarme nascoste nella favola bella dell'Hermès italiano, spingendomi verso un molto conveniente dolcevita di Boggi.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext