Gli USA, una Storia costruita sulla mezogna

Washington's Blog 26 Novembre 2012 effedieffe

 

Wesley Clark, Comandante Supremo dell'Alleanza NATO, nel video qui sotto della durata di 2 minuti, testimonia che gli USA, dopo l'11 settembre, hanno pianificato di detronizzare (in 5 anni) i governi di 7 nazioni : Iraq, Siria, Libano, Libia, Somalia, Sudan ed Iran.

SEGUE TESTO E VIDEO





Il  Pentagono ha riconosciuto l'esistenza delle strategie progettate a tali scopi (qui, qui e qui):

1. gli USA dirigono atti di terrorismo nelle nazioni che vogliono controllare;
2. gli USA portano avanti atti di terrorismo per provocare ritorsioni;
3. gli USA definiscono come terrorismo tali ritorsioni in modo da giustificare le proprie operazioni - più o meno occulte - volte a far cadere i governi;

Dunque, gli USA hanno fornito la causa per «la guerra al terrore» e lo hanno fatto come scelta politica; l'11 settembre era una scusa, un pretesto, e non una causa.

Non c'è dubbio che sia le leggi di guerra che due risoluzioni del Consiglio di Sicurezza ONU potevano fornire la cooperazione internazionale necessaria per la concreta scoperta dei terroristi dell'11 settembre, il loro arresto ed un giusto processo.

Invece gli USA hanno respinto la legge, hanno violato i trattati e da quell'11 settembre hanno ucciso, in attacchi armati, oltre 1.000.000 di esseri umani; con costi, fino ad ora, dai 4 ai 6 trillioni di dollari pagati dai contribuenti americani (dai 40,000 ai 60.000 dollari a famiglia).

Questo Stato canaglia americano vedrà la fine quando un numero sufficiente di americani nell'esercito, nelle varie polizie, nel governo, nei media, nel settore dell'educazione e nella popolazione in generale, avrà sufficiente integrità intellettuale e coraggio morale da accettare come fatto ovvio che il re è nudo.

Questa scelta politica americana di guerra di aggressione - illegale - a partire dal 1945 e con azioni più o meno occulte ha ucciso dai 20,000,000 ai 30.000.000 di persone. È una lunga storia di bugie e di guerre che violano trattati, guerre per appropriarsi di terre e risorse, come ho già pubblicamente ricordato:

1. Gli USA hanno abitualmente violato i trattati con i Nativi Americani, e ne hanno manipolato il significato con l'unico scopo di depredarli delle loro terre.

2. Il Presidente americano Polk ha mentito al Congresso per poter dare inizio alla Guerra di aggressione contro il Messico. Il risultato, nel 1848, fu che gli USA si appropriarono del 40% dei territori. Ciò avvenne nonostante la cristallina spiegazione fatta dal membro del Congresso Abraham Lincoln circa il Trattato Adams-Onis che spostava di 400 miglia più all'interno in territorio messicano la disputa sui confini, terra da sempre promessa al Messico e così rimasta al di là delle affermazioni americane.

3. Gli USA hanno violato il trattato con le Hawaii e hanno rubato la loro nazione, era il 1898.

4. Dopo la guerra Ispanico-americana, gli USA hanno rinnegato le promesse di libertà ed hanno imposto il controllo sulle Filippine e messo a Cuba dei dittatori favorevoli all'America.

5. Gli USA sono entrati in guerra, nella Prima Guerra Mondiale, senza che ci fosse la minima minaccia alla sicurezza nazionale ed hanno messo in prigione il candidato presidenziale che si espose pubblicamente contro tale partecipazione.

6. La CIA ha condotto numerose guerre occulte e, dato l'attuale contesto, la più importante è stata probabilmente quella in Iran [allora Persia]quando con l'«Operazione Ajax» sovvertì la democrazia iraniana mettendo al potere un brutale dittatore favorevole agli USA. Quando tale dittatore fu detronizzato e l'Iran ne rifiutò il successore, gli USA aiutarono l'Iraq - tra il 1980 ed il 1988 - ad invadere ed attaccare illegalmente l'Iran, uccidendo 1.000.000 di iraniani. Se gli USA, nel corso della nostra stessa vita, hanno già mentito e fatto il doppio gioco per far cadere la democrazia iraniana, perché non dovremmo ipotizzare come prima cosa che sia in ballo un'altra guerra illegale? Una volta documentate le menzogne (e lo sono), non dovremmo arrestare i Criminali di Guerra americani piuttosto che permettere loro di uccidere ancora?

7. La Guerra del Vietnam è scoppiata dopo che gli USA permisero l'annullamento di un'elezione che doveva unificare il Paese, la miccia fu l'incidente del Golfo del Tonchino, un capolavoro di false flag perfetto per scatenare una guerra difensiva.

8. Ma forse l'esempio più disturbante è dato dalla causa della famiglia King contro il Governo degli Stati Uniti, che ha visto quest'ultimo colpevole dell'assassinio di Martin Luther King . I media occidentali ufficiali hanno taciuto tutta la vicenda. La conclusione alla quale è giunta la famiglia King è che Martin fu assassinato per impedire la nascita del movimento Occupy DC - prevista per l'estate del 1968 - che voleva metter fine al sistema che organizza le guerre così come lo stiamo descrivendo.

9. Dalle stesse relazioni del Congresso ora sappiamo come fossero a conoscenza che tutte le «ragioni» per la guerra all'Iraq erano false già quando ce le raccontavano.

10. Le due ragioni per la guerra all'Iran sono false quanto le ragioni per la guerra all'Iraq. Nulla di più probabile di un attacco false flag - da parte USA od israeliana - per accusare l'Iran ed avere il pretesto per un'altra guerra difensiva.


Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla

Fonte > 
Washington's Blog



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext