A CACCIA DEL CACCIATORE DI VIRUS

Maurizio Molinari per La Stampa 13/11/2012

 

DA GENIO DEL SOFTWARE A RICERCATO PER OMICIDIO. JOHN MCAFEE DA TEMPO ERA DESCRITTO IN PREDA ALLA "SINDROME DI SCARFACE",


Dal genio del software a ricercato per omicidio. John McAfee è il creatore dell'omonimo programma antivirus venduto a Intel nel 2010 per 7,68 miliardi di dollari e da domenica è anche un super-ricercato in Belize, dove la polizia lo accusa di aver assassinato un altro americano.


Proprio a seguito della vendita di McAfee il miliardario appassionato di yoga lo insegna e ne ha scritto in più libri - aveva deciso di trasferirsi nel Paese centroamericano ma negli ultimi tempi era stato notato, secondo alcune testimonianze raccolte dal sito Tmz, per atteggiamenti eccentrici.


In particolare, il costruttore californiano Gregory Faull lo aveva denunciato per «comportamento aggressivo» presentando alla polizia di San Pedro un documento nel quale gli si attribuiva di «sparare con armi da fuoco» mettendo a rischio la sicurezza di molte persone. Proprio Faull è stato trovato morto nella sua casa di Ambergis Caye e la polizia ha condotto accertamenti tali da spiccare un formale mandato di cattura nei confronti di John McAfee.

«È in fuga, inseguito dall'accusa di omicidio», ha affermato un portavoce della polizia del Belize al sito Gizmondo, spiegando che il 67enne ingegnere elettronico, britannico di nascita ma cresciuto in Virginia, «negli ultimi tempi si comportava come una sorta di Scarface». Una delle ipotesi è che la trasformazione aggressiva di McAfee si debba al consumo eccessivo di un particolare tipo di farmaci - la sua nuova attività è la produzione di antibiotici naturali - ma vi sono anche testimonianze locali che parlano di un suo coinvolgimento con alcuni gangster.

In maggio l'unità anti-gang della polizia lo aveva arrestato per possesso illegale di armi e produzione di farmaci non autorizzati, trovandolo in compagnia di una minorenne, ma tutte le accuse erano state poi ritirate. Il delitto è avvenuto nella villa dove Faull risiedeva, il suo corpo è stato ritrovato in una pozza di sangue con una parte del cranio asportata da un proiettile di 9 millimetri sparato da distanza ravvicinata e, in assenza di segni di scasso, ciò lascia intendere che conoscesse l'assassino.


La polizia ha appurato che dalla villa di Faull mancano un computer e un iPhone, forse perché vittima e killer hanno avuto comunicazioni recenti. La latitanza di McAfee diventa così un capitolo inatteso nella vita di un personaggio che ha contribuito al decollo dell'hitech, lavorando come disegnatore di programmi alla Nasa, alla Lockheed e da Xerox prima di fondare McAfee Associates a cui ancora oggi milioni di computer affidano la propria sicurezza grazie all'efficiente protezione dagli attacchi dei virus.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext