AMERICA (E CINA) FATTA A MAGLIE - SIETE SICURI DI PREFERIRE L'EUROPA AGLI STATI UNITI,

Maria Giovanna Maglie per Dagospia

AMERICA (E CINA) FATTA A MAGLIE - SIETE SICURI DI PREFERIRE L'EUROPA AGLI STATI UNITI,


ANCHE DOPO CHE TRUMP HA STANZIATO 50 MILIARDI E ORDINATO ALLE AZIENDE DI NON RISCUOTERE LE BOLLETTE, DIRETTIVA SUBITO ESEGUITA. E POI LA BUFALA DEL TAMPONE A 3MILA DOLLARI, L'ITALIA CHE SI INGINOCCHIA AL REGIME CINESE, LA NOSTRA MERAVIGLIOSA SANITÀ CHE COSTA UN BOTTO DI TASSE E POI FINIAMO PER DOVERCI PAGARE I TEST DIAGNOSTICI PERCHÉ NON POSSIAMO ASPETTARE UN ANNO PER UNA TAC…

-


Maria Giovanna Maglie per Dagospia


"Ci ricorderemo di chi ci ha aiutato come ha fatto la Cina. Noi abbiamo dimostrato solidarietà verso il governo cinese colpito da pregiudizio e razzismo e ora loro ricambiano". Questo è Giggino Di Maio ministro degli Esteri di Giuseppi Conte.


 Questo invece e' il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti d'America, Robert O’Brien: “Se avessimo potuto sequenziare il virus e avere la cooperazione necessaria dalla Cina, se i team dell’Oms e il Cdc Usa fossero stati sul campo, avremmo potuto ridurre drasticamente quello che è successo in Cina e accade nel mondo. La Cina non ha gestito nel modo giusto l’epidemia di coronavirus, mettendo a tacere i medici coinvolti, con una risposta che “probabilmente è costata alla comunità internazionale due mesi preziosi".


Due mondi completamente separati, vero? Devo essermi distratta nell'ultimo mese di emergenza quando siamo diventati la seconda nazione per contagio e per decessi.


Tra le prime catastrofiche conseguenze deve essere accaduto che siamo usciti dell'Alleanza Atlantica e stiamo per aderire non più a un'Unione Europea in dissoluzione rapida ma a una qualche Alleanza di dittature la cui propaganda sta già col fiato sul nostro collo.


Una pessima notizia deve essere allora per gli italiani che dai balconi cantano l'inno cinese che l'odiato tiranno Trump non ha il Corona virus. Eppure praticamente era stato dato per certo da quel che resta dei programmi televisivi censurati di qualsiasi intrattenimento in nome della sanificazione coatta - tanto che gli frega degli italiani a casa che la giornata la devono pur passare in qualche modo - e ridotti a megafono di Giuseppi.


Invece l'odiato tiranno sta bene. E ci manda anche i segni del suo affetto non ricambiato con un Tweet nel quale sono immortalate le Frecce Tricolori che a lui piacciono forse più che da noi, dove il sospetto del Fascismo militare non è mai scomparso, sulle note di Nessun Dorma.


 Il clown tiranno Trump sta bene e approfittando del calo del greggio per la guerra tra russi e sauditi ha riempito le riserve americane a due lire, e ha annunciato il suo programma contro il virus con tutta la forza del governo federale e dell'Industria privata insieme davanti agli americani. 50 miliardi di dollari per cominciare.


Sì, vabbe', ma vuoi mettere la povera America dove c'è la sanità privata con la splendida Italia del servizio sanitario pubblico di assistenza più bello che ci sia? Lo sento dire dalle 50 alle 60 volte al giorno, spesso in bocca oltre che a pensosi conduttori televisivi anche a scienziati trasformati in Star della TV.


Non mi riferisco a quelli che faticano e soffrono negli ospedali, quelli parlano poco e solo di cose che stanno facendo e di strumenti eletti che non hanno. Mi riferisco ai burocrati di Stato, a quelli che per settimane hanno detto che guai al panico perché era un'influenza, a quelli che hanno autorizzato lo spot di Michele Mirabella con i bastoncini cinesi in mano e la frase rassicurante "il contagio non è facile".


Quelli che in applicazione della politica ora hanno preso saldamente il potere qui da noi. Quelli che se gli fai qualche domanda un po' più approfondita, vedi il vuoto nei loro occhi perché certezze poche, ma di una cosa sono certi, che Boris Johnson è un cretino, Donald Trump un Clown, chiunque osi avanzare qualche critica sui metodi usati in Italia dalla cupola, scienziati tuttologi più Protezione Civile annunciamorti più Grande fratello tendenza Rocco, e' un mascalzone irresponsabile. L'unità non si tocca, ovvero guai a chi osi avanzare una critica o un dubbio.


Con buona pace delle libertà personali perdute, con questo faremo i conti dolorosamente dopo. Ecco, le libertà personali saranno l'ultima cosa a essere ceduta dall'altra parte dell'oceano, dove la gente circola senza carta d'identità. E si', l'assistenza in situazione normale è soprattutto privata, ma vi svelo un segreto.


 Prendiamo che il costo per un'azienda di un lavoratore dipendente in Italia sia di 83.000 Euro.


-Tasse e contributi previdenziali €46.000


 Netto in busta in Italia: €37.000


Ora facciamo la stesso calcolo con il costo a un azienda per un lavoratore dipendente in USA sempre di 83.000 Dollari.


-Tasse e contributi previdenziali $23.000


-assicurazione medica (costo medio). $8.000


Netto in busta USA: $52.000.


Quindi il lavoratore americano si è pagato la famigerata quota di assicurazione privata eppure guadagna $15000 in più rispetto al suo collega italiano.


 Naturalmente dovreste per onestà aggiungere le maggiori detraibilità, e l’IVA che in USA va dallo 0 al 9%.


In USA la benzina costa meno della meta', il 99% delle autostrade e' gratuito, l'energia elettrica costa la metà, non ci sono marche da bollo, la restituzione delle tasse pagate in più avviene entro 10 giorni dalla dichiarazione. Infine, ma potrei andare avanti, la disoccupazione sotto il tiranno e' circa del 3%, ovvero tutti lavorano, una quota record di lavori part-time si è trasformata in tempo pieno.


Ora naturalmente possiamo tornare alla nostra straordinaria sanità pubblica pagata a suon di tasse e aggiungerci tempi di attesa, ticket, miliardi in prestazioni private alle quali si fa ricorso perché di fronte alla paura di una malattia non stai certo ad aspettare 6/9 mesi per accedere all'assistenza pubblica. E possiamo tornare alla situazione attuale nella quale le chiusure di ospedali e la riduzione drastica di aree di terapia intensiva ci racconta il quadro tragico di 10 anni di tagli indiscriminati.


 Sì vabbè, ma lo sai che in America fanno pagare il tampone del coronavirus 3200 dollari? Anche questo lo sento dire dalle 50 alle 60 volte al giorno da pensosi conduttori televisivi e altrettanti scienziati da Studio Tv.


Solo che non è vero, mai pagati. Questa e' una nota del CDC, il centro per il controllo delle malattie, del 4 Febbraio."What to Know About Treatment and Coverage


• At this time, the CDC is the only facility equipped to test for COVID 19, or to designate other laboratories to do so. The


CDC is not billing for testing for COVID 19, so patients will not incur costs when tested by the CDC.


Al momento il CDC è l'unica struttura attrezzate per i test del covid 19 o autorizzato a designare altri laboratori. Il CDC non chiede denaro per il test e i pazienti non hanno quindi alcun costo quando sottoposti al test.


Da dove è nata la bugia sui costi del tampone? . Da un cittadino americano rimpatriato da Singapore dopo 15 anni di residenza lì che non era assicurato.


L'ospedale gli ha mandato il conto complessivo delle cure, non solo del test, per errore: Poi lo hanno cercato e raggiunto per dirgli che tutte le spese sarebbero state pagate dal governo federale, solo che nel frattempo il tipo, che si chiama. Wucinski, si era messo a raccogliere fondi per se medesimo raggiungendo illegalmente la cifra di $17000.


Come mai nessun zelante debunker ha smontato questa storia? Se mi sbaglio correggetemi, mi farebbe piacere.


Torniamo all'annuncio di Trump, fatto insieme ai rappresentanti delle più grandi imprese nazionali. Immaginatevi i Barilla, Berlusconi De Benedetti gli Zoppas, i Riello, Del Vlpecchio, per fare solo qualche esempio, tutti assieme. Uno per uno hanno parlato tutti impegnandosi a iniziative eccezionali in una fase eccezionale. Con loro sono stati concordati i cambiamenti nel mondo del lavoro e le iniziative contro il coronavirus .


Intanto Trump ha deciso di cambiare completamente il sistema sanitario di prevenzione creato da Obama, che metteva tutto in mano al CDC, con uno interamente nuovo basato su prevenzione ad ampio raggio. Il percorso e le regole della malattia saranno seguite su un sito web fatto da Google e accompagnate da test di massa fatti a bordo dell'automobile in alcune stazioni per test che si stanno attrezzando nel paese, 7 stati già le hanno.. Poi il presidente ha chiuso tutti gli ingressi.


 Un metodo perfetto di fronte al virus che sta arrivando aggressivo anche negli Stati Uniti? Non lo sappiamo, ma sappiamo che il presidente degli Stati Uniti ha illustrato con una scelta storica che il metodo delle democrazie occidentali non si tocca e che il modello non può essere mai quello della dittatura comunista cinese.


 Alla quale dittatura il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brien si era opposto chiaramente dando una lezione anche a noi mercoledì scorso, denunciando che l’iniziale insabbiamento e la cattiva gestione da parte delle autorità cinesi “probabilmente è costata alla comunità internazionale due mesi”.


Ecco, se riuscissimo a ricordare quel che l'America ci indica..


 Lo riassume bene al solito Atlantico quotidiano, prezioso giornale on-line, e questa volta cito un articolo di Federico Punzi.


Secondo documenti governativi visionati dal South China Morning Post, il primo caso di coronavirus diagnosticato in Cina, un 55enne della provincia di Hubei, può essere fatto risalire al 17 novembre scorso, e non all’8 dicembre, come il governo cinese aveva riferito all’Oms.


Al 31 dicembre erano almeno 266 le persone che avevano contratto il nuovo coronavirus ed erano sotto supervisione medica, già 381 al primo di gennaio, mentre ancora l’11 gennaio le autorità sanitarie di Wuhan dichiaravano solo 41 casi confermati. Secondo una testimonianza, la prima diagnosi di un nuovo coronavirus risalirebbe invece al 16 dicembre. Quindi, tra tentativi di comprendere l’origine della malattia e di insabbiamento, sarebbero da un minimo di uno a due pieni i mesi persi.


Invece noi, meglio la principale agenzia di stampa italiana, Ansa, abbiamo fatto un bell' accordo con quella ufficiale cinese, Xinhua. Quotidianamente l’Ansa fa arrivare sui terminali dei suoi clienti numerosi lanci firmati Xinhua, del seguente ridicolo tenore l“Covid-19: Cina modello globale per lotta ai contagi”, “Il suo impegno, ampiamente riconosciuto da tutto il resto del mondo, offre un esempio di come costruire una comunità umana unita dal futuro condiviso”.


Un esempio? Sapete cosa sono le forniture arrivate tra squilli di trombe l'altro giorno dalla Cina con tanto di Twitter trionfali dell'ambasciata di Roma Viva Italia Cina? Un primo piccolo quasi inesistente risarcimento del danno terribile che ci hanno fatto.


 Sembrerebbe invece più praticato secondo il modello della propaganda cinese, che suppongo investa molto denaro in numerosi settori del nostro Paese, che è stupido Boris Johnson ed è un Clown Donald Trump. Circola molto in questi giorni la domanda: lei si sente più tranquillo qui o in Inghilterra/ Stati Uniti? Ovunque tranne che in Cina o in Iran o in Corea del Nord, va bene come risposta, o non si porta più?


Ps: Un amico americano mi manda a dire che nella conferenza stampa di venerdì Donald Trump ha detto che le ditte fornitrici di servizi avrebbero sospeso distacchi e riscossioni. il giorno seguente dal suo fornitore di energia elettrica è arrivata la seguente comunicazione.


An important coronavirus update: The steps we’re taking to help ensure reliability.


As a provider of an essential service, we are determined to continue delivering the reliable power you need while helping to protect the health and well-being of our community. Since some customers may be facing unusual financial hardships, we are suspending disconnections for nonpayment effective immediately. This applies to all home and business accounts in Florida, Indiana, Kentucky, North Carolina, Ohio and South Carolina.


Sintetizzo. Informazioni importanti sul coronavirus. I passi che stiamo prendendo per dare un contributo. Continueremo a fornirvi il servizio e nessun distacco perché alcuni di voi potrebbero andare incontro a problemi finanziari.


Mentre aspettate al 15 pomeriggio decisioni sulla vostra vita che scadono domani mattina 16, fatevi di nuovo la domanda sul posto nel quale preferireste vivere.

 
Immagine 1 Immagine 2 Immagine 3

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext