Nel Socialismo Bancario, Lavorare Non Serve a Nulla

https://funnyking.io/

Nel Socialismo Bancario, Lavorare Non Serve a Nulla


Per quanto mi sforzi ad immaginare il modo con cui questa nuova enorme bolla finanziaria esploderà non trovo uno scenario che mi convinca, allo stato attuale le banche centrali TUTTE e con rinnovata forza stanno pompando liquidità nel sistema inflazionando prima di tutto il prezzo gli asset finanziari.


Parlare della discrasia fra economia reale globale in forte rallentamento con recessioni a bolla in paesi anche importanti  e l’andamento di qualsiasi bene mobiliare quotato, dalle azioni alle obbligazioni di ogni genere e tipo è diventato persino noioso, tanto quanto inutile.


In questi ultimi mesi la nuova mecca del denaro è il Venture Capital, mai come oggi si trovano capitali che finanziano società di ogni genere purché abbiano una possibilità neppure troppo grande di finire in borsa ovvero di andare a quotare multipli ridicoli per quanto sono alti.


E poi? Dove andrà il fiume di denaro?


Metalli e Criptovalute sono un probabile ultimo approdo e penso che quando anche questi due asset prenderanno ( o riprenderanno nel caso delle crypto) un andamento dei prezzi parabolico e folle saremo al limite della capacità di gonfiare bolle finanziarie.


E poi?


La verità è che non lo so.


Ma qui il punto è un altro e vi parlo da persona che sta dall’altra parte della barricata, quella “buona” (se così vogliamo dire).


Lavorare non serve a un cazzo.


Alzarsi la mattina, andare in ufficio, al cantiere, in laboratorio, in aula, al negozio non serve letteralmente ad un cazzo se non a consumare una vita senza una reale possibilità di competere realmente per migliorare la propria vita.


Lavorare consuma tempo e energie e spesso impedisce alle persone di fermarsi un attimo e riflettere o migliorare la propria preparazione e formazione.


Grazie al socialismo bancario, il lavoro viene pagato con una moneta che vi garantisco è già iper svalutata. I soldi che abbiamo in tasca, quelli emessi dalle banche centrali solo apparentemente mantengono un qualche potere di acquisto ma in realtà possono comprare SEMPRE MENO BENI o SERVIZI DI QULALITA’.


Questo accade per una ragione banale, la parte alta e medio alta del mercato dei beni e dei servizi in termini di costo e valore è satura di nuovi ricchi che non lavorano, hanno tempo per informarsi e studiare (oppure oziare), questi nuovi ricchi per ragioni diverse, ovvero per fortuna, coincidenze, bravura e visione hanno capito una cosa per tempo:


La Speculazione nobilita l’uomo, il lavoro lo rende una bestia da soma.


Vi sentite offesi da questa affermazione? Fate pure ma è vera. Sono oltre 10 anni che qualsiasi asset finanziario sale di valore pompato dalle banche centrali e pochissimo di quel denaro se non nulla si è trasmesso ai salari o ai piccoli lavoratori autonomi.

Tutto o quasi è finito nelle mani degli “speculatori” con una differenza: Sono tantissimi.


Non ci sono solo “pochi grandi” per nulla. Il numero delle persone che per svariate ragioni si è trovata abbastanza ricca da saturare ogni mercato possibile, prima del lusso poi dei servizi di fascia media è enorme, ed è in crescita. E’ una minoranza, si lo è, ma non così piccola e si nutre di due fattori:


  • della salita fole del valore degli asset
  • di quanto poco vale il vostro lavoro

Moltissime persone, la stragrande maggioranza, lavorano e quindi vendono il loro tempo, il loro ingegno e la loro salute fisica per cifre ridicole, e non hanno nessuna prospettiva o speranza di accedere al privilegio di potersi permettere nulla che non sia di qualità scadente ripetto a quanto realmente offre il mercato.


Io non ho mai visto un periodo storico con così tanti ricchi al mondo e contemporaneamente con così tanti persone che “lavorano” per poche migliaia di euro al mese, spesso meno di un migliaio di euro, una autentica follia.


Ringraziamo tutti le banche centrali per questo, io lo faccio ogni giorno.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext