2020 l'anno del Rigetto Elettrico

https://funnyking.io

2020 l’anno del Rigetto Elettrico


(una delle macchine più brutte di sempre)


Il giorno che dovessi trovare in qualche modo utile una automobile elettrica la comprerei usata, e so che me la tireranno letteralmente dietro, ringraziandomi pure per il favore.


Nel 2020 quasi tutte le case automobilistiche proveranno ad inondare il mercato di automobili elettriche, per farlo dovranno anche spendere miliardi in marketing e pubblicità, in alcuni casi dovranno fare attività di lobbing per costringere per legge ad utilizzare questi costosi, pesanti e scomodi baracconi dalla tecnologia acerba.


La presunta “ecologia” di una auto elettrica, a tecnologie attuali, è una finzione, il ciclo di vita completo di un’auto elettrica considerati tutti gli elementi per la sua costruzione e il suo smaltimento è simile a quello di una moderna automobile benzina o diesel. Diciamo che il vantaggio sta nel fatto che le esternalità negative ( tipo i gas di scarico ) si spostano ancora di più verso i luoghi di produzione dell’auto e dell’energia piuttosto che da dove si utilizza l’auto stesso. Tutto li.



Per il resto una automobile elettrica oggi:


  • è circa 3 volte più costosa di una corrispondente auto endotermica
  • ha un autonomia e un tempo di ricarica incompatibili con un vasto range di utlizzo
  • pesa quintali più di un auto endotermica
  • non disporrà almeno per un decennio ancora di una infrastruttura di supporto ( specie ricarica ) all’altezza. Nei paesi meno avanzati anche due decenni (ho detto per caso NEG?)

Questo ovviamente non significa che non esistono sistemi di mobilità collettiva o individuale full-electric convenienti, più efficienti e più ecologici dell’auto tradizionale in specifici casi di utilizzo:

Mi riferisco a :

  • monopattini,biciclette, scooter elettrici in città
  • minicar in città
  • sistemi di mobility sharing sempre legati ad un certo territorio


Per il resto è un delirio di marketing e di cattiva allocazione degli investimenti che porterà con certezza assoluta ad una fase di rigetto ed al crollo del valore di questi ridicoli cassoni elettrici molto cool sul mercato secondario.


Faccio un esempio, di recente la Volkswagen ha annunciato la nuova Golf 8 con nuove motorizzazioni ibride (non plugin) e sistemi di pulizia dei gas di scarico (a doppia marmitta catalitica) particolarmente efficienti segnale che la ricerca e la tecnologia per migliorare i motori endotermici ha ancora molto da dire e in termini di costi di gestione per uno o forse due decenni rispetto a soluzioni full electric non ci saranno paragoni possibili.


L’unica vera possibilità per immaginare, diciamo entro 10 anni al minimo, il passaggio di massa alla mobilità individuale elettrica è l’utilizzo massivo di intelligenze artificiali per la guida autonoma e dunque da uno schema per cui l’auto è di proprietà ad un altro nel quale l’auto diventa un servizio in abbonamento pronta just in time sotto casa quando serve attraverso una chiamata da una applicazione.


Tuttavia nei prossimi 2-3 anni il marketing spingerà una massa di creduloni con qualche soldo da spendere, o con la possibilità di indebitarsi per benino, a comprare costosi cassoni elettrici che poi finiranno a prezzi stracciati sul mercato dell’usato.

In quel caso potrei essere interessato a patto che trovi una singola ragione per trovare utile un auto elettrica di qui ad un paio di anni ( e tendo ad escluderlo)


p.s. il mio ciclo di cambio di modello di automobile si basa solo ed esclusivamente sulla maggiore capacità di guida automatica, per il resto può anche andare a bitume.


p.p.s. mi sbellico dalle risate a rileggere le stronzate dei presunti santoni su quanto l’auto elettrica avrebbe distrutto l’industria “tradizionale” attraverso nuovi produttori. Tesla per riuscire ad entrare timidamente nel mercato ha speso centinania di miliardi senza fare mai utili, molto ma molto meno di quanto spenderanno i colossi dell’auto per riconvertire le loro linee produttive e fare automobili molto più fighe al momento meno sbagliato. Ah, e vogliamo parlare di Dyson? ahahahaha


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext