Bilancio di mezza stagione a mezze tinte

di Nicoletta Forcheri

Bilancio di mezza stagione a mezze tinte


(Questo intervento di Nicoletta Forcheri è del 3 agosto,   prima della crisi di governo)


Francamente che questo governo non faccia niente né nel senso anticicliclo economico né a difesa dei cittadini, lo abbiamo visto tutti con l’ultima dichiarazione dei redditi, dove:


1 la zona no tax area è sempre vergognosamente bassa, 8000 euro l’anno vs i 40000 euro annui dell’Albania;


2 le aliquote fiscali sono sempre vergognosamente distruttive delle classi meno abbienti (23% la prima aliquota fino ai 15000 euro, il 27% dopo i 15000!);


3 per persone come la sottoscritta, che vivono di affitti turistici, non esiste NEANCHE la zona no tax area, per dire o paghi o vendi, persino su 5000 euro di reddito, il che significa che ci vogliono affamare, e che la patrimoniale esiste eccome!


4 sempre per i privati che affittano NON esistono le spese detraibili, quindi PATRIMONIALE NASCOSTA. Per dire in Francia un proprietario che affitta dichiara d’ufficio il 50% del reddito per l’altro 50% è un FORFAIT PER LE SPESE;


5 CI CHIEDONO L’ACCONTO PER L’ANNO PROSSIMO PRATICAMENTE AL 100% mentre non abbiamo neanche finito l’esercizio: praticamente ci prendono per i soliti pagatori di ultima istanza di banche e finanza, in assenza di una banca centrale pagatrice di ultima istanza per il famigerato trattato di Maastricht;


- last but not least, questi oltre a non avere alleggerito niente, hanno introdotto la fattura elettronica– fatto gravissimo – hanno peggiorato la burocrazia, almeno nel mio campo dove oltre alla dichiarazione alla questura, oltre alla tassa di soggiorno, hanno introdotto le “statistiche” regionali, burocrazia e oneri aggiuntivi.


In cambio,


* nessuno che tenti di affrontare l’evasione totale delle multinazionali, tipo Expedia, o altre, che tali dei vampiri stanno succhiando il settore del turismo, ma lo stesso dicasi per altri settori, l’artigianato, i piccoli commerci, l’agricoltura, l’industria e il made in Italy in genere.


* Nessuno che affronti, per abrogarle, le leggi di agevolazioni dei commerci di extracomunitari,


* Nessuno che affronti la mafia cinese o bangledeshi che con valigette di contanti date dai governi vengono ad assillare i piccoli commerci storici delle città d’arte per sostituirle,


* Nessuno che affronti una vera revisione delle pensioni in senso diametralmente opposto al contributivo per tornare al retributivo – anzi si sono attaccati alle ultime pensioni non contributive perché considerate come privilegi intollerabili invece di estendere tali privilegi al resto della popolazione!! Ma neanche se ne sente parlare perché considerato tabù e visto che abbiamo una classe politica piena di conformisti, nessuno osa.


E nessuno osa perché nessuno osa parlare del punto G del potere, la moneta, senza la quale sovranità tutto quanto sopra è impossibile da realizzare.


Nessuno infatti parla più di minibot, che erano una cosa DOVUTA per uno Stato che si rispetti e che rispetti i suoi impegni – i suoi debiti e il contratto di governo – e che altri Stati avrebbero fatto subito, anzi la Francia stampa moneta, la Germania conia monetine e compra i titoli invenduti, la Danimarca dove i cittadini stanno benissimo, ha la sua corona e vigila militarmente sui confini, il Benelux ha il suo paradiso fiscale embedded e l’Olanda ha le Antille olandesi, la Spagna è miracolosamente risparmiata dalle forche caudine europee, e il Portogallo idem, forse perché ex potenze coloniali che avranno avuto qualche do ut des da scambiare, la Gran Bretagna si toglie dalle scatole per lasciar libero campo alla Francogermania, e i paesi dell’est per il momento approfittano a piene mani dei fondi europei, l’Austria è un paese beneficiato e beneficiario da sempre, rimangono Grecia e Italia, la prima distrutta la seconda in atto di distruzione.


E questi niente.


Dovrebbero cacciare: Tria, Trenta, Moavero, Giorgetti.


Non si è capito perché Fontana, che andava benissimo come ministro della Famiglia, sia andato alle questioni europee: quale è la sua competenza in merito? Nessuna.


Non si è capito perché, per l’ennesima volta il governo si è messo a storpiare la Costituzione nel senso di ridurre i deputati, fatto gravissimo che ci avvicina sempre di più verso la forma istituzionale di Stato europeo: governo che decide parlamento che approva e basta.


Ma niente.


Il popolo è stanco di essere tosato, abbiamo capito tutti che siamo attaccati solo perché italiani, e chi non l’ha capito lo sta capendo, si è visto adesso nel caso del carabiniere ucciso, sarà l’ennesimo mistero italiano dove i criminali rimarranno impuniti, crimine simbolico per attaccare le forze dell’ordine di Salvini che voleva presidiare i confini.


L’Italia è stata attaccata da almeno 3 decenni perché bisognava eliminarla come concorrente delle multinazionali neoliberiste, e pertanto distruggerne il modello di economia mista incarnato dall’IRI e dalle banche pubbliche, sappiamo da chi sono state eliminate (Amato, Dini, Ciampi, Prodi e poi Monti, Letta, Bassanini ecc).


Ragazzi, il re è nudo, fare finta che non lo sia è assolutamente deleterio, sbraitare alla Salvini idem. Testa bassa e lavorare, di diplomazia europa.


Ho già detto che mi metto al servizio per affrontare la mia ex compagna di scuola la Von der Leyen, ma il fatto è che non solo non arriva niente come proposta, anzi  mi vedo



censurata persino dalla stampa alternativa e questo la dice lunga sul disagio mentale degli italiani dopo decenni di lavaggio del cervello e di manipolazione, complessi di inferiorità e di provincialismo indotti, tosature del tutto estensive che hanno fatto dell’italiano uno che sgomita per sé, pochi sono, o devo ancora conoscerli, coloro che liberamente possano pensare al bene del paese senza pensare al tengo famiglia o ai ricatti impliciti cui sono sottoposti.


Ecco è quanto per oggi.


Nforcheri 03/08/2019.

https://www.youtube.com/watch?v=9ZkAJzJFgUE


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext