La nuova raccolta di inediti di Charles Bukowski Ŕ un antidoto al pol. corr.

Camillo Langone http://www.ilfoglio.it/


La nuova raccolta di inediti di Charles Bukowski è un antidoto al pol. corr.

Negli anni Settanta, quando mancavano quarant’anni all’invenzione dei reati di omofobia, islamofobia, xenofobia, qualsiasicosafobia, molte verità non erano passibili di denuncia, multa, censura


Charles Bukowski via YouTube


Si legga Charles Bukowski, “Taccuino di un allegro ubriacone” (Guanda), per ricordarsi cos’era la libertà di espressione. “Se sei un bravo scrittore darai sempre fastidio a qualcuno qualsiasi cosa tu scriva.


C’è quella parola con la lettera maiuscola iniziale, Verità, hai presente...”.


Negli anni Settanta, quando mancavano quarant’anni all’invenzione dei reati di omofobia, islamofobia, xenofobia, qualsiasicosafobia, e al regolamento Agcom e a consimili mordacchie statunitensi, molte verità per quanto potessero infastidire non erano passibili di denuncia, multa, censura, e dunque, parlando di riviste letterarie, si poteva ancora scrivere: “La maggior parte è pubblicata da giovani o da vecchie lesbiche, e cosa saprà mai questa gente delle Arti?”.


La nuova raccolta di inediti bukowskiani, articoli, interviste, stroncature, è un entusiasmante esempio di contro-cultura, di letteratura anti-sistema. Indispensabile oggi più di allora.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext