CON PREMEDITAZIONE DOLOSA (Ci fosse un giudice)

MAURIZIO BLONDET

CON PREMEDITAZIONE DOLOSA (Ci fosse un giudice)


E’ degradante anche  solo sprecare dieci minuti  a smentire che la Mare Jonio “ha salvato vite umane”.  Una operazione di  aperta provocazione  – dichiaratamente  premeditata  –    ottimamente  finanziata da  vecchie e nuove facce e grinte  dell’antagonismo coll’orecchino  e stagionati mestatori politici falliti.



Quando  Luca Casarini diceva Metti sti cazzo di migranti davanti


Operazione coordinata  con  l’aereo di Sea Watch e mediaticamente da  Amnesty, ossia con Soros.  Sostenuta  da interventi coordinati di “intellettuali” del giro giusto,  da Mentana a Saviano,  che praticamente ammette che la  provocazione  è stata fatta coincidere con la discussione  in Senato per la consegna di Salvini al giudice.



Con video di Repubblica in diretta continua dalla nave salvatrice.



I migranti salvati dalla nave Mare Jonio vengono accolti a bordo



Una operazione  dolosa, con trasponder spenti fino al punto d’incontro coi  “naufraghi”, che si sapeva esattamente dove cercare.   Solidi indizi di collusione e accordo previo coi criminali scafisti   che dovrebbero interessare  i giudici –  come l’ipotesi che,  ci siano stati altri morti dovuti al fgatto che gli scafisti hanno costretto altri mettersi sui gommoni,  ma non hanno raggiunto in tempo la nave dei centri sociali  e sono affogati.


La Mare Jonio di @ RescueMed ha fatto rotta esattamente su Sabrata ad ovest di Tripoli da quando hanno lasciato l’Italia, nonostante ultimamente partissero soprattutto da Gasr Garabulli ad est di Tripoli. Come chiamata al telefono. C’è motivo di sospettare una “consegna” in piena regola. Qualche procura si interessa?


Basta seguire  seguire i twitter   benemeriti   di Francesca Totolo, per sospettare reati gravi commessi al  preciso scopo  di  mettere in crisi e difficoltà l’odiato Salvini,  con l’utilizzo  spregiudicato di vite umane messe in pericolo,  a spese  di tutti gli italiani.

Solidi indizi che dovrebbero e potrebbero diventare prove a carico.  Se fossero indagati. Ma è chiaro che questi sono  sicuri che a loro, non accadrà mai – ed è questo il problema. Questi sanno di avere le spalle coperte.


Il sindaco di Napoli, ha annunciato altri “salvataggi”, altre provocazioni e strumentalizzazioni; e chi vuoi che lo trascini in giudizio? E’  un (ex?) magistrato.



Migranti, de Magistris: “Abbiamo 450 imbarcazioni pronte per il recupero”

“Salvini non vuole far entrare la nave in territorio italiano? A Napoli abbiamo la disponibilità di 450 imbarcazioni per andare a recuperare queste persone che stanno morendo. Li andremo a soccorrere in acque internazionali perché il diritto del mare dice di salvare e prestare soccorso alle persone che stanno per morire”.
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/07/migranti-de-magistris-abbiamo-450-imbarcazioni-pronte-per-il-recupero-le-parole-di-di-maio-livello-davvero-basso/4880446/





Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext