BREXIT: IL VERO SCONFITTO

Maurizio Blondet

BREXIT: IL VERO SCONFITTO



Tutti i media titolano:  Sconfitta  della May. Ma lo sconfitto vero è Martin Selmayr, il “segretario-badante”che Merkel ha incollato a Juncker (con metodi illegali, scavalcando le procedure) per guidare  l’alcolista anonimo: iper-efficiente, ultra-autoritario, “intelligentissimo”, e che ha condotto la trattativa con Londra alla germanica, con l’intento di punire  da posizioni di forza.  Strappando alla May un “accordo” così  umiliante da essere inaccettabile per i britannici.



Adesso il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, allarmato, dichiara: “La UE pronta a discutere se  il Regno Unito rigetta l’accordo”.  S’è accorto che Londra porrà un dazio del 10% sulle auto tedesche, e questo costerà alla  Germania 750 mila posti  di lavoro perduti. Proprio nel momeno in cui comincia la crisi mondiale.

https://uk.reuters.com/article/uk-britain-eu-germany-maas-idUKKCN1P9132?utm_campaign=trueAnthem:+Trending+Content&utm_content=5c3dd38704d3016deb47a627&utm_medium=trueAnthem&utm_source=twitter


Camera di commercio tedesca. Dichiarazione dell” Istituto di Colonia per la ricerca economica ‘: Brexit causerà alle esportazioni tedesche un calo di 54  miliardi di euro (57 %), portando ad ulteriori 750, 000 perdite di posti di lavoro”.


Anche le tardive resipiscenze di Juncker nascono dall’improvvisa  consapevolezza che il loro modo di agire  verso i paesi membri è un disastro che colpisce anche Berlino.


Germania: di vittoria in vittoria fino alla disfatta.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext