Prego perché i gilet gialli continuino a manifestare

Camillo Langone http://www.ilfoglio.it/

Prego perché i gilet gialli continuino a manifestare




Che Macron non sia riuscito a convincere i francesi a riporre il gilet giallo in bagagliaio. Non lo dico per impicciarmi di politica francese ma perché mi stanno a cuore le città italiane. Mentre in Francia si pensa alla rivoluzione, in Italia si pensa alle vacanze. L’Italia profonda, l’Italia borghese e provinciale, l’Italia che conosco come le mie tasche anche quest’anno come tutti gli anni sta organizzando o sta sognando il Capodanno nella Ville Lumière.


Affinché gli italiani indirizzino attenzioni e prenotazioni verso le proprie città d’arte è dunque bene che Parigi continui a mostrare la sua pericolosità: manifestanti violenti e polizia di mano pesante che si aggiungono al solito incombere coranico (uno storico mio amico mi ha appena raccontato che per le sue ricerche è costretto a frequentare il Centro archivi diplomatici di La Courneuve, periferia islamizzata, e che pur essendo grande e grosso e perfino barbuto sta bene attento a lasciare la zona entro le cinque).


Che Macron non sia riuscito a convincere i gilet gialli e che gli italiani scelgano per le loro piccole vacanze piccole città monoetniche e placide quali Ascoli Piceno, Senigallia, Santarcangelo di Romagna, Trani, Lecce, Trento, Bassano del Grappa…


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext