» Home  »  Articoli  »  ANTIDOTI

ANTIDOTI

RINO CAMMILLERI http://www.rinocammilleri.com/



ANTIDOTI

CELEBRATION



«Il comune di Bari, in collaborazione con Ikea, indice un concorso per quelle coppie omosessuali che si uniranno civilmente entro il 31 agosto. In palio un buono da 500 euro da spendere nei negozi Ikea, un viaggio da 1.200 euro in Scandinavia e un banchetto per 100 persone nel punto ristoro dei negozi Ikea (…).


L’estrazione delle tre coppie vincitrici avverrà il 28 maggio».


L’iniziativa si chiama Diversity Celebration (lingua che non è pugliese e nemmeno svedese). Si chiede GenderWatch (13.5.18): «Perché il comune di Bari ed Ikea non indicono un identico concorso per le coppie etero che intendono sposarsi? Sono più numerose».


E, molte, magari più bisognose.






Una legge del 1927 aveva decretato la chiusura dei pub irlandesi nel giorno del Venerdì Santo, giorno di digiuno e astinenza per i cattolici.


Ora, dopo novant’anni, la legge è stata abrogata


. «Una novità accolta con favore dall’organizzazione di categoria dei gestori di pub, che stimano in 40 milioni di euro i guadagni complessivi derivanti dal giorno in più di vendite» (Ansa, ripreso da Centro Studi Federici, 9.5.18).


C’era una volta l’Isola dei Santi…





Nel 2014 l’allora diciottenne Michela Bortolotta scrisse su Facebook quanto segue: «Io e il popolo romeno non andremo mai d’accordo, tra puttane senza pudore, badanti depresse e altri elementi maleodoranti privi di educazione e civiltà, prima o poi vi stermino» (cfr. «Il Giornale», 17.5.18).


Ebbe un sessantina di «like» ma tonnellate di proteste. Si scusò in tutti i modi, ma è stata condannata lo stesso, dopo quattro anni, a quattro mesi di carcere, pena sospesa.


Pare che passeranno i guai anche quelli dei «like».


Attenti, dunque, a quel che mi scrivete, cari lettori: già una volta uno dei vostri commenti mi ha dato problemi con la polizia postale. E’ la Legge Mancino, amigos.





Si è masturbato all’interno del Duomo di Vicenza, poi ha aggredito un poliziotto con due pugni al volto.


E’ un trentenne kenyano, cittadino italiano e già denunciato sempre per atti osceni. Già colpito da un provvedimento di divieto di permanenza in città, è stato rimesso in libertà, con un ulteriore divieto di permanenza.


A Marghera un tunisino, stessa età, ha aggredito brutalmente un anziano che gli aveva negato una sigaretta.


Denunciato a piede libero, ha dato un pugno in faccia a un agente.


Nuova denuncia, nuovo rilascio. (dal Gazzettino,it, riportato da Dagospia dell’11 aprile 2018).


E lo svuotacarceri, bellezza.





Nell’aprile 2018 gli archeologi (università statunitense di Tulane, quella peruviana di Trujillo, finanziate dalla National Geographic Society) sulle coste settentrionali del Perù hanno scoperto una fossa comune con 140 scheletri di bambini (dai 5 ai 14 anni), diversi adulti (di differenti etnie) e 200 lama, questi con la testa rivolta verso le Ande, gli umani verso il mare.


Era stato loro strappato il cuore. Tra il 1400 e il 1450. Impero Chimù, che si estendeva per un migliaio di chilometri sulle coste del Pacifico tra Perù ed Ecuador, inferiore solo agli Incas per estensione e potenza.


Prima il sacrificio più grande di bambini era quello scoperto nel Tempio Maggiore di Tenochtitlán, la capitale azteca: 42 scheletri.


Quello dei Chimù «potrebbe essere, secondo gli studiosi, solo la punta di un iceberg ancora da rivelare» («Il Giornale», 29.4.18).




BATTESIMO




«Dopo settimane d’angoscia, i genitori Mike e Kerry, 36 e 29 anni, d’accordo con i medici del Queens Medical Hospital di Nottingham che non davano più al piccolo (Dylan Askins, due anni, ndr.) alcuna chance di sopravvivenza, presero la decisione straziante di staccare la spina.


Il 25 marzo del 2016, nel giorno del Venerdì Santo, lo fecero battezzare (…) e dettero il consenso per bloccare il supporto vitale.


Era tutto pronto per avviare la procedura e i medici avevano già cominciato a sedarlo quando, con un insperato e inspiegabile colpo di coda, Dylan cominciò ad avere segni di ripresa (…).


Un miglioramento improvviso e potente, tanto da costringere i medici a un rapido dietrofront: nel giro di pochi giorni il bimbo tornò in condizioni più che soddisfacenti e il 16 maggio fu dimesso dall’ospedale.


Oggi, a due anni di distanza, ancora una volta nei giorni delle festività pasquali, Dylan è stato dichiarato guarito» (Da Il Messaggero.it del 3 aprile 2018).





Nelle meditazioni lette durante la Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo non c’era praticamente traccia dei cristiani perseguitati nel mondo. In compenso, ecco un paio di riferimenti agli immigrati (e ti pareva).


Ai cristiani vessati e massacrati ha pensato, prima della diretta, Bruno Vespa, con uno speciale su Rai1. Segni dei tempi.





Da GenderWatchNews del 23 marzo 2018: «In Australia la compagnia aerea Qantas vieta ai suoi dipendenti di usare parole come “mamma”, “papà”, “marito” e “moglie” per non offendere le persone LGBT.


Il primo ministro australiano Tony Abbot ha così commentato: “Il politicamente corretto ha superato ogni limite, se la Qantas volesse veramente dare un buon servizio ai propri clienti potrebbe abolire il suo dipartimento di inclusione sociale e risparmiare così dei soldi”».






Spariti gli operai, sotto con gli immigrati. Eh, i catto-comunisti senza «proletariato» non ci sanno stare…





«Tra management Perugina/Nestlè e Sindacati/Istituzioni (è) maturato un accordo che sistema in modo accettabile i 346 esuberi che l’azienda in un primo momento voleva semplicemente licenziare. (…) Nelle stesse settimane della vertenza, precisamente a metà febbraio, (…) il presidente della Corte d’Appello ha denunciato 405 fallimenti presso il tribunale del capoluogo per l’anno 2017. Fallimenti di imprese di varia natura, commerciale, artigianale, professionale, piccola industria.


405 è un poco superiore a 346 ma per i primi non si è mobilitato nessuno.


Nessun politico, nessun vescovo, nessun sindacato, nessun giornalista ha menato scandalo e men che meno ha organizzato resistenza a quei 405 fallimenti; nessun tavolo istituzionale, nessuna convocazione ministeriale, nessun assessorato che coordina i soggetti istituzionali, le forze economiche e prova a reperire fondi.


Sapete il perché di questa disparità di trattamento?


Mi dispiace essere sgradevole, ma la risposta è che piacenti o nolenti noi tutti siamo immersi in una mentalità profondamente e pervasivamente marxista, secondo la quale l’unico soggetto sociale che merita attenzione è la mitica classe operaia». (cfr. Luigi Fressoia, «Perugia, Italia…» newsletter n. 127).






«Il Vaticano ha dichiarato guerra a un piccolo sito ultra-conservatore spagnolo, www.InfoVaticana.com, in passato spesso critico nei confronti del papato e della curia, dando mandato allo studio di avvocati più costoso e importante del mondo, un colosso multinazionale, Baker & McKenzie, per diffidare dall’uso del dominio che contiene la parola Vaticano» (Messaggero.it).


«Sogno una Chiesa povera per i poveri» (papa Francesco, appena eletto).



HACKERS


Da Aleteia.org del 28 febbraio 2018: «La Sede della Chiesa cattolica romana organizza un “hackathon” – una competizione (di hackers, ndr) in cui squadre provenienti da tutto il mondo cercheranno soluzioni tecnologiche a problemi specifici.


Nota come VHacks, la competizione si svolgerà in 36 ore tra l’8 e l’11 marzo e si concentrerà su questioni di inclusione sociale, dialogo interreligioso e crisi dei migranti e dei rifugiati».


I temi tipici dei preti (odierni).



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext