UNA VICENDA OSCURA E MOLTO SOSPETTA (CHE PUZZA LONTANO UN MIGLIO)

https://www.facebook.com/Antonio-Socci-

UNA VICENDA OSCURA E MOLTO SOSPETTA (CHE PUZZA LONTANO UN MIGLIO)




La vicenda dell'ex spia russa che gli inglesi hanno preso a pretesto (seguiti a ruota dgali altri governi occidentali) per demonizzare Putin e lanciare una nuova offesniva contro la Russia è molto strana e sospetta.



Per capire come stanno le cose o almeno qual è la posizione di Mosca risulta molto interessante l'intervista di Andrea Tornielli ad Alexander Avdeev, rappresentante diplomatico presso la Santa Sede.




Mi dispiace solo che ora Vatican Insider potrà essere bollata come inginocchiata davanti a Putin...



Trascrivo qua sotto due domande di Tornielli e le risposte dell'ambasciatore.


.
Che cosa può dirci della crisi con il governo britannico dopo il tentato omicidio dell’ex spia russa Serghej Skripal e di sua figlia Yulia nel centro di Salisbury?


«La storia è davvero molto strana. Secondo la stampa inglese il gas era di fabbricazione sovietica.


Beh, anche se supponiamo l’impossibile - se l’attentatore fosse russo sarebbe stato proprio stupido a usare un gas sovietico rendendo immediatamente palese da dove proviene l’autore.


Questo gas speciale era prodotto da una fabbrica chimica militare in Uzbekistan. Questa fabbrica è stata controllata dagli americani che l’hanno chiusa e hanno verificato che tutta produzione venisse distrutta.


Un altro particolare: l’autore della formula di questo gas è un grande chimico russo, immigrato negli Stati Uniti 26 anni fa, che per tutto questo tempo ha lavorato nei laboratori americani. In Inghilterra questa ex spia russa scambiata nove anni fa, era stata dimenticata.


Ma una settimana prima dell’attentato, la televisione britannica ha trasmesso un film sulla sua storia. Poi c’è stato il tentato omicidio. Ancora, è molto strano che proprio nell’ospedale vicino dove Skripal e sua figlia sono stati ricoverati avessero un antidoto per il gas adoperato».



Che cosa intende fare la Russia?


«Innanzitutto abbiamo risposto ufficialmente che il governo russo non era implicato in alcun modo nell’attentato.


Ci siamo dichiarati pronti a partecipare a una commissione mista per investigare insieme su quanto è accaduto. La risposta è stata: questo è gas russo e l’attentato è stato compiuto dalla Russia…


E tutto questo una settimana prima delle nostre elezioni. Tra l’altro la figlia di Skripal è cittadina russa e il nostro console in Inghilterra ha chiesto di incontrarla: lei ha visto l’autore del attentato.


Ma i britannici hanno impedito la visita. Una storia tutta molto strana e provocatoria, siamo indignati!».


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext