E QUESTA NON ERA UNA FAKE NEWS?

Estratto articolo di Stefano Feltri e Carlo Tecce per il 'Fatto quotidiano' dagospia.com

E QUESTA NON ERA UNA FAKE NEWS? 


I SERVIZI SEGRETI SMONTANO LA BUFALA RIFILATA DALL'EX VICEPRESIDENTE AMERICANO JOE BIDEN: NON C'E' ALCUNA PROVA DI INTERFERENZA RUSSA NELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER IL REFERENDUM DEL 2016  


Con una inusuale dichiarazione rilanciata dall' agenzia Ansa, i vertici dei Servizi segreti italiani smentiscono l' ex vicepresidente americano Joe Biden: non ci sono evidenze di interferenze russe nella campagna elettorale per il referendum sulla riforma costituzionale del 2016 […].


Da almeno due anni la Russia è molto attiva con forme di soft power aggressivo che, nella versione di Mosca, vogliono offrire un punto di vista russo sulle grandi questioni internazionali. Secondo la Cia americana, la Commissione europea e tanti altri, le operazioni online a colpi di troll, articoli della testata Sputnik o servizi di RT , servono a inquinare il dibattito dei Paesi occidentali per favorire i partiti più filorussi […].


Il New York Times poi ha rilanciato un' analisi curata dall' informatico Andrea Stroppa, già collaboratore di Matteo Renzi, che doveva suggerire connessioni tra i Cinque Stelle e siti simpatizzanti di Vladimir Putin.


Infine è arrivato l'articolo di Joe Biden, vicepresidente Usa durante l' Amministrazione Obama fino al 2016, firmato con Michael Carpenter, già vice assistente segretario alla Difesa per Russia che oggi lavora proprio con l' Atlantic Council […].


Su richiesta del Pd il caso è stato discusso al Copasir, il comitato parlamentare di vigilanza sull' intelligence[…]. Le audizioni sono riservate, ma quello che filtra all' Ansa è l' opposto di ciò che i renziani speravano di sentire: il capo dell' Aisi (Servizi segreti interni), Mario Parente, e quello dell' Aise (Servizi esteri), Alberto Manenti, spiegano ai parlamentari che non è emersa alcuna interferenza russa nel voto degli elettori.


L' intelligence è ovviamente ben consapevole dell' attivismo del Cremlino […]. Le strutture dei Servizi segreti hanno già analizzato la questione, proprio su input di Gentiloni. Secondo quanto risulta al Fatto, Palazzo Chigi a inizio 2017 ha chiesto all' intelligence di approfondire le ipotesi di collegamenti tra il Cremlino e il Movimento 5 Stelle che spesso adotta posizioni filo-russe. Risultato: niente di concreto. Questa presa di posizione quasi pubblica dei vertici dei due principali Servizi non deve essere piaciuta molto a Renzi che li aveva nominati […].


Parente, Manenti e Alessandro Pansa, il prefetto che guida il Dis, cioè il coordinamento di tutta l' intelligence, hanno il mandato in scadenza. Nell' immediato si prospetta l' ipotesi di una proroga, per lasciare le nuove nomine al governo che emergerà dalle elezioni 2018: Manenti, che ha seguito le delicate questioni della Libia, potrebbe ottenere un altro mandato.


Pansa invece dovrebbe traslocare alla fondazione di diritto privato […]. Una fondazione che deve ancora essere costituita, forse ci sarà un emendamento alla legge di Bilancio. Ma Casson ha già annunciato battaglia contro una "deviazione grave" dalla legge che prevede precisi limiti ai rapporti tra aziende e 007. Limiti che con la fondazione verrebbero aggirati.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext