» Home  »  Articoli  »  ANTIDOTI

ANTIDOTI

RINO CAMMILLERI RINOCAMMILERI.COM

ANTIDOTI


CINESI


Stefano Magni su La Nuova Bussola Quotidiana del 6.9.17 parla dei « cinesi che si convertono al cristianesimo e fuggono in Italia in cerca di libertà di religione. Si convertono a una miriade di confessioni diverse, almeno 14, fra cui molti culti e sette cristiane mai riconosciuti o apertamente perseguitati dal regime cinese». Ma «solo 5 su cento ottengono lo status di rifugiato, gli altri sono respinti».


E «nel 95% dei loro casi non viene presa in considerazione neanche la protezione sussidiaria» Per via di «dichiarazioni incomplete o contraddittorie, la scarsa conoscenza dei culti che si afferma di praticare», nonché «l’utilizzo di una traduzione “stringata e che a tratti appare approssimativa e superficiale”, in cui alcune dichiarazioni dei richiedenti vengono travisate, riportate in maniera incompleta e talvolta neanche registrate”».


Accoglienza italiana: africani, ponti; cinesi, muri.



BUDDISTI


In Myanmar tra i perseguitati vi sono anche i cristiani delle etnie Kachin e Chin, nel nord del paese, e Karen e Karenni, nell’est. Non si contano negli ultimi anni le chiese distrutte, i villaggi messi a ferro e fuoco, le decine di migliaia di persone costrette alla fuga. E soprattutto: chi e perché li perseguita? Filtrano notizie di conversioni forzate al buddismo, anche in tenera età, in scuole finalizzate a trasformare gli alunni di altre fedi in piccoli monaci col capo rasato e la tunica arancione. L’importazione di Bibbie e libri religiosi è illegale.


Ai non buddisti è preclusa qualsiasi carriera nelle amministrazioni statali. Di fede buddista è infatti la stragrande maggioranza della popolazione del Myanmar.


E sono capitanate da monaci buddisti le organizzazioni più intolleranti contro le minoranze di altre fedi, col pieno appoggio dei militari. Tutto l’opposto, cioè, della leggenda che accompagna universalmente il buddismo, quasi sempre dipinto come tutto pace, compassione, saggezza, fratellanza.


La realtà è molto diversa. La libertà religiosa è pesantemente repressa non solo in Myanmar ma, sia pure in misura minore, in altri paesi a dominante buddista come lo Sri Lanka (…), il Laos, la Cambogia, il Buthan, la Mongolia» (Sandro Magister, blog Settimo Cielo, 5. 9.17).


FUMONELTEMPIO


Ma ‘sto papa è “de sinistra”? In effetti, «Il vernacoliere», noto sboccatissimo foglio livornese stimato dai portuali gauchisti, suggerì di candidare lui alle primarie del Pd: tra il serio e il faceto, papa Francesco dava almeno più garanzie «di sinistra» che non Renzi.


Ora, ecco la proibizione della vendita di sigarette in Vaticano. Perché abbiamo detto che il papa sembra “de sinistra”? Perché la differenza tra uno di destra e uno di sinistra è questa: il primo, se non fuma, pace; il secondo, se non fuma, allora nessuno deve fumare e bisogna vietare il fumo nell’intero pianeta. Dove batte il cuore di questo papa? Boh: nelle foto ufficiali, se è assieme a Fidel Castro, sorrisi; se è assieme a Trump, faccia lunga ed espressione imbronciata. Vabbe’, ognuno ha la sua sensibilità (e per fortuna, comunque, chi qui scrive non è un ecclesiastico né ha incarichi di sorta in qualcuno dei tantissimi Istituti che fanno capo alla Santa Sede, sennò magari passerebbe i guai…).


Per tornare a bomba, mai comprato sigarette in Vaticano. Tuttavia, l’extraterritorialità garantiva un prezzo inferiore perché depurato dalle (troppe) tasse che l’italiano deve al Monopolio. Non solo. Quando il sottoscritto fumava sigarette (ora, solo sigari toscani) si accorse che, per esempio, le italiane MS comprate all’estero erano molto più buone di quelle comprate in Italia. Una specie di dumping, insomma, con cui lo Stato italiano cercava di accaparrarsi i mercati esteri tramite un tabacco più pregiato di quello che vendeva all’interno. Così, suppongo fosse per quelle comprate in Vaticano. Ora, grazie alla misura politically correct, i dipendenti vaticani dovranno comprarsi le sigarette fuori, in territorio italiano.


Quale sia il vantaggio per lo Stato di Città del Vaticano non si capisce, visto che i parametri della «salute» rimangono gli stessi. Ma ciò che conta è l’esempio, magari augurandosi che tutta la Cattolicità si accodi. Nel nostro piccolo, visto che stiamo celiando, suggeriamo la scomunica latae sententiae per i tabagisti.


E anche per quelli che si rifiutano di leccare il francobollo con Lutero sopra.


NAHED


Letto sulla newletter “Une minute avec Marie”. L’egiziana Nahed Mahmoud Metwalli, musulmana, si divertiva a dileggiare e tormentare i cristiani nella scuola in cui lavorava. Un giorno, di colpo le apparve la Madonna velata di blu. La stessa notte fu la volta di Cristo, che le preannunciò una missione. La donna, sconvolta, capitolò e nel 1988 si fece battezzare.


Naturalmente, dovette scappare dall’Egitto. Oggi vive in Olanda. La sua esperienza è diventata un libro, tradotto dall’arabo in francese: “Ma rencontre avec le Christ”.



 DESTRA-SINISTRA

Ricevo&rilancio:

– Quando un tipo di destra non è cacciatore e non gli piacciono le armi, non va a caccia e non compra armi.
– Quando un tipo di sinistra non è cacciatore e non gli piacciono le armi, chiede che sia proibita la caccia e la vendita di armi.

– Quando un tipo di destra è vegetariano, non mangia carne.
– Quando un tipo di sinistra è vegetariano, fa una campagna contro gli alimenti di carne e gli piacerebbe che si proibisse di mangiare carne.

– Quando un tipo di destra è omosessuale, cerca di fare una vita normale.
– Quando un un tipo di sinistra è omosessuale, fa apologia dell’omosessualità, va alle manifestazioni “gay pride” e accusa di “omofobia” tutti quelli che non la pensano come lui.

– Quando uno di destra perde il lavoro, pensa a come uscire dalla situazione e fa di tutto per trovare un nuovo lavoro.
– Quando uno di sinistra perde il lavoro, va a lamentarsi col sindacato, spende fino all’ultimo giorno e va a tutte le manifestazioni e scioperi contro la destra e contro gli imprenditori.

– Quando a un tipo di destra non piace un programma televisivo, cambia canale o spegne il televisore.
– Quando a un tipo di sinistra non piace un programma televisivo, se ne lamenta coi giornali, lo denuncia sui quotidiani, alle radio, alle televisioni, ai partiti politici di sinistra e promuove un’associazione perché chiudano il canale televisivo che trasmette quel programma.

– Quando un tipo di destra è ateo, non va in Chiesa.
– Quando uno di sinistra è ateo, perseguita tutti quelli che credono in Dio, denuncia la scuola o l’istituzione che esponga un crocifisso, protesta contro ogni segno di identità religiosa, chiede che si esproprino i beni della Chiesa, che si proibisca la settimana Santa e ogni processione o pellegrinaggio (contro l’Islam non fa niente perché non ne ha il coraggio).

– Quando uno di destra ha problemi economici, cerca il modo di lavorare e di guadagnare di più o cerca di trovare un finanziamento per pagare i propri debiti, e, se può, risparmia.
– Quando un tipo di sinistra ha problemi economici ne dà la colpa alla destra, agli imprenditori, alla borghesia, al capitalismo, ai neoconservatori ecc. ecc., poi si mette in un sindacato sperando che lo infili poi in un partito politico o dove si riesca.

– Quando un tipo di destra legge questo scritto, ride e lo manda per mail ai suoi amici.
– Quando un tipo di sinistra legge questo scritto, si infuria e dà del fascista e del retrogrado a chi l’ha scritto e glielo ha mandato.

… io ho riso e l’ho girato….


MORTECEREBRALE?


«Pochi giorni fa, è rimbalzata sulla scena mediatica e, ahimè, rapidamente scomparsa, la notizia, giudicata da tutti come sensazionale, relativa ai risultati ottenuti da una neuroscienziata italiana operante in Francia, con un paziente in stato vegetativo “irreversibile”.

La dottoressa in questione, Angela Sirigu, direttrice di ricerca all’Istituto di Scienze cognitive Marc Jeannerod del Centro nazionale di ricerca scientifica (Cnrs) di Lione, è riuscita, infatti, servendosi di elettrostimolazioni applicate al nervo vago per un intero mese, a fare recuperare la coscienza ad un paziente in stato vegetativo giudicato “irreversibile” da ben 15 anni.

Da precisare che, al fine di rendere particolarmente significativo l’esperimento, il paziente sia stato scelto proprio per la gravità delle sue condizioni e per il fatto di non aver mai manifestato, dal giorno dell’incidente, alcuna forma di miglioramento» (Roberto Fantini, Flipnews.org, 18.10.2017).



MEOPATACCA

Sul «Timone» n. 166, Andrea Sciffo ci informa che la famosa maschera romanesca della commedia dell’arte, Meo Patacca, nacque nel 1685 dalla fantasia del poeta Giuseppe Berneri. Meo era uno «sgherro» che, raccolti i denari -tramite una colletta- con cui partecipare alla liberazione di Vienna dai turchi nel 1683, non era ancora partito quando apprese che i cristiani avevano già vinto.

Così, anziché restituire i soldi, li spese in feste e bevute celebrative.


API

«Da una decina d’anni un apicultore di nome Sidoros Ţiminis, che vive nella regione di Kapandriti, dalle parti di Atene, infila nelle arnie, ad ogni primavera, delle icone di Cristo, della Santa Vergine e di diversi santi. Ogni anno si produce un fenomeno molto misterioso: le api confezionano i loro alveoli attorno alle immagini sacre, evitando scrupolosamente di ricoprirle» (Aleteia.org, 13.9.17).



TAQIYYA

«Una conferma dell’usuale impiego della taqiyya (dissimulazione, ndr) si è avuta recentemente con il jihadista algerino Farid Ikken, responsabile a giugno 2017 dell’aggressione ai poliziotti francesi a colpi di martello all’esterno della cattedrale di Notre Dame.

Ebbene Ikken, come riportato dal Daily Mail , aveva precedentemente ricevuto niente meno che un premio dalla Commissione europea per la sua attività di giornalista contro la discriminazione ed era stato capace di non far sorgere alcun dubbio o sospetto riguardo le sue convinzioni islamiche a nessuno dei suoi colleghi» (L. Glori, Corrispondenza Romana, 6. 9. 17).


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext