BERGOGLIO 'IL MISERICORDIOSO'

https://www.facebook.com/Antonio-Socci

BERGOGLIO "IL MISERICORDIOSO" VOLA IN COLOMBIA PERCHE' SI SPALANCHINO LE BRACCIA ALLA PACE CON I TERRORISTI MA LUI CHIUDE LA PORTA IN FACCIA AI QUATTRO CARDINALI CATTOLICI 


.
"Accogliamo ogni essere umano che ha commesso delitti", ha detto Bergoglio in Colombia riferendosi ai terroristi e narcotrafficanti delle Farc. 


Il misericordioso Bergoglio vuole che si accolgano i peggiori delinquenti. Ma per il card. Caffarra e per gli altri tre cardinali lui ha sbarrato la porta rifiutandosi sia di rispondere alla loro lettera sia di riceverli. 


Un muro invalicabile. Chiusura totale. Senza dare nessuna ragione e nessuna risposta. 


Quei quattro cardinali sono cattolici e rappresentano il dolore di milioni di cattolici di fronte alle enormità contenute nell'Amoris laetitia. Verso i cattolici Bergoglio è implacabile. Alza un muro. E mette in moto pure una dura repressione.
Torniamo alla Colombia.




Il popolo colombiano aveva bocciato questo accordo nel referendum, ma il presidente Santos, d'ispirazione bergogliana, se n'è infischiato e Bergoglio è corso a dargli man forte.


L’ex presidente Álvaro Uribe Vélez, capo dell’opposizione al governo di Manuel Santos, aveva affermato in una intervista sulle Farc:


“È il gruppo narcoterrorista più grande del mondo, è il cartello della cocaina più grande del mondo (...) in Colombia non esiste un’insurrezione civile armata contro una dittatura militare, in Colombia abbiamo un narcoterrorismo contro lo Stato di Diritto di un paese democratico. Ma con questi accordi il governo colombiano ha accettato che il traffico di droga sia un reato politico. Quindi non ci sarà pena detentiva per loro, nemmeno l'estradizione. Inoltre gli concede legittimità politica totale”. 




Oggi, durante la visita di Bergoglio, Uribe ha scritto una lettera a lui dove spiega la sua opposizione: 


«Santità, in molti siamo preoccupati per la crescita del narcotraffico, per la sua incidenza nell’aumento dell’uso di droghe da parte dei giovani e nella distruzione delle risorse ambientali. Mai ci siamo opposti alla pace però l’impunità totale ai responsabili di delitti atroci, la loro eleggibilità politica, l’autorizzazione legale che hanno rievuto per guadagnare denaro illecito nelle loro attività politiche, e altri punti, rappresentano un incentivo al crimine». 


«Santità, siamo d’accordo nel trattare con generosità i guerriglieri di basso livello che compiono i loro impegni, un argomento che separiamo dalla totale impunità concessa ai capi».


«Santità – continua il capo dell’opposizione – l’economia colombiana si è deteriorata con un inevitabile impatto nel tessuto sociale. Noi crediamo nella necessità di avere un’impresa privata vigorosa e una politica sociale altrettanto vigorosa.



E ci preoccupa che si sia deteriorata la fiducia degli investimenti privati, e l’accordo con le FARC crea incertezza.

Tutti vogliamo la pace, ma la dobbiamo costruifre con la legalità, con determinazione per sanzionare la violenza che semina disperazione e ci allontana dalla parola di Dio».




Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext