EMMA BONINO PARLA DAL PULPITO DI UNA CHIESA, MENTRE GLI ANTIABORTISTI SONO CACCIATI FUORI

http://www.bastabugie.it/ di Giuseppe Tetto

EMMA BONINO PARLA DAL PULPITO DI UNA CHIESA, MENTRE GLI ANTIABORTISTI SONO CACCIATI FUORI


La leader radicale ha parlato della necessità di accogliere gli immigrati per colmare il calo demografico ''dimenticando'' di essere la paladina dell'aborto libero che ha ucciso 6 milioni di italiani

In pochi tra i cattolici più impegnati si sarebbero aspettati di trovare Emma Bonino, simbolo vivente dei Radicali italiani e fervente anticlericale, a "predicare" sul pulpito dell'altare.


È successo ieri nella chiesa di San Defendente a San Rocco di Cossato, nel Biellese. Occasione, la presentazione della campagna "Ero straniero - l'umanità che fa bene". Un'iniziativa a cui peraltro hanno aderito moltissime sigle e organizzazioni cattoliche, a partire dalla Caritas e a cui ha dato la propria benedizione anche il Pontefice.  


Dato il curriculum della Bonino, in primis le battaglie a favore dell'aborto degli anni '70, la sua presenza non poteva non scatenare malumori da parte di molti credenti.


Nei giorni precedenti all'evento molti tra questi, infatti, hanno esortato il parroco don Mario Marchiori a cancellare l'incontro con mail, telefonate e lettere. Nel blog di Marco Tosatti, Stilum Curiae, ad esempio, oltre alle critiche è comparso anche in risposta, l'invito, da parte dell'associazione Ora et Labora in difesa della vita a contestare civilmente l'evento con un sit-in nei pressi della Curia di Biella, con lo slogan: "La prima accoglienza avviene nel grembo".  


Nonostante le proteste, la Bonino si è seduta sull'altare ad "evangelizzare", ma non senza creare attriti e frizioni fra il pubblico seduto fra i banchi. Alberto Cerutti, imprenditore e impegnato da sempre in organizzazioni pro-life, recentemente candidato sindaco a Borgo Manero per il Popolo della Famiglia, ha subìto sulla sua pelle, un'esperienza che da fedele militane, non avrebbe mai pensato di vivere.


Dopo avere reagito con affermazioni-domande è stato portato di peso fuori dalla chiesa dai Carabinieri, reo di aver interrotto la Bonino. Intelligonews, lo ha sentito per approfondire la questione.


Che domanda ha fatto per subire un trattamento del genere?  


Mentre la Bonino era intenta a spiegare come l'Italia stia vivendo un periodo in cui il calo demografico è del 27%, ho semplicemente detto ad alta voce che era stata lei con le sue scelte abortistiche, ad essere tra i responsabili del calo demografico. Da qui sono stato preso è accompagnato fuori dalla chiesa.

 
Una reazione un po' esagerata per una semplice domanda. Come si sente da cattolico?  


Diciamo che l'incontro fin da prima di cominciare aveva suscitato l'indignazione di tanti cristiani. Tanto che ci sono stati sit-in per bloccare il convegno. Ma senza successo. La cosa grave è che l'incontro che doveva trattare temi di accoglienza e immigrazione si è trasformato nella propaganda esplicita della recente proposta di legge di iniziativa popolare dei Radicali italiani, per perorare la causa di un'immigrazione sempre più pesante. Sono davvero indignato.  


Un giudizio sui cattolici morbidi nei confronti dell'iniziativa?  


Ciò che è successo non è una guerra tra cattolici, ma uno scontro tra credenti e laicisti. Questo deve far riflettere.


Titolo originale: Bonino in chiesa, parla Cerutti: Io contestatore anti-abortista cacciato
Fonte: Intelligo News, 27 luglio 2017

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext