Se Sei un Giovane Italiano che Paga I Contributi INPS, sei Un Coglione

https://www.rischiocalcolato.it/ Di FunnyKing , il 23 giugno 2017

Se Sei un Giovane Italiano che Paga I Contributi INPS, sei Un Coglione


La questione della sostenibilità del sistema pensionistico italiano vista dal punto di vista di chi paga e deve ancora pagare decenni di contributi è la vera questione di ingiustizia sociale italiana. Una situazione terribile che grida vendetta e necessita di consapevolezza.


Di fatto pagare contributi INPS o a qualunque altra cassa pensione in Italia significa sottoporsi ad un ladrocinio di Stato, e dunque le possibili soluzioni individuali sono e rimangono:


  • emigrare e cercare di vivere in un paese che tenga in considerazione la giustizia inter generazionale
  • delocalizzarsi dalla legalità

L’Italia come noto ha un paio di devastanti problemi:


  • L’invecchiamento della popolazione
  • L’emigrazione delle persone (non solo giovani) con la più alta capacità di creare ricchezza all’estero

In un quadro del genere e in assenza di qualsiasi politica che controbilanci questa enorme ingiustizia, ne ( e questo è deprimente oltre che mortale) la speranza che la politica economica italiana cambi per il semplice motivo che i sussidiati sono la maggioranza dei votanti, non vedo altre alternative.


L’Italia esporta produttori di ricchezza al ritmo di 180.000 persone all’anno, uomini e donne coraggiosi e capaci (oppure già molto ricchi e con attività redditizie) che vanno a rendere ricchi e sostenibili i sistemi pensionistici degli altri paesi, e impoveriscono ulteriormente l’INPS e i suoi fratelli.


Vi ricordate: In Italia le nuove Brigate Rosse non hanno il passamontagna e la P38 , hanno il volto di un ragazzo laureato che prende un volo low cost, magari dopo un colloquio su Skype a seguito di un contatto su Linkedin.


Si si sono loro, anzi siamo noi, le nuove Brigate Rosse e stiamo distruggendo lo Stato Italiano, e il bello è ….. che lo Stato Italiano non ha il potere di fermarci, ne il potere di costringerci a lavorare alle SUE condizioni.

Siate Consapevoli, Siate Preoparati.


Vi lascio con un bel pezzo di Stefano Bassi apparso sul Grande Bluff


#TUTTACOLPAECCESSODINEOLIBERISMO = I (giovani) precari stanno pagando le pensioni (pubbliche) agli ex-statali


Da secoli vi anticipo che potrete fare ciao ciao alle vostre pensioni = o non le avrete o ne avrete di minimali… mentre continuate a svenarvi a pagare fior di contributi INPS per evitare la bancarotta immediata del sistema pensionistico… Non perdere per esempio il mio post: Tra un SI un NO ed un Lapo…l’INPS (come previsto) sta sempre più collassando…


Ma mi sono rotolato dal ridere (si fa per dire) quando ho letto questa “news” Bilancio Inps: i precari pagano la pensione degli ex statali


Il loro fondo è in attivo per quasi 4 miliardi, quello dei lavoratori pubblici ne perde 7,9……….Le prestazioni temporanee


A produrre l’attivo finale di 4,158 miliardi contribuiscono soprattutto i 3,9 miliardi della gestione delle prestazioni temporanee per i lavoratori dipendenti, che includono i contributi versati e le somme erogate per coprire la disoccupazione, la cassa integrazione, gli assegni familiari, la cassa per il Tfr, l’assicurazione per la tubercolosi, ecc.


Questa voce è sempre stata in attivo, ma mai come ora dal 2008, probabilmente anche grazie al minor numero di disoccupati e soprattutto di cassintegrati nel 2017.


In altre parole possiamo dire che i precari, compresi quelli pagati con i voucher, stanno pagando, con i loro contributi, le pensioni di chi rientra nei comparti che sono in rosso…..


….Alternativamente di può dire che i giovani precari, che rischiano di non vedere mai un posto fisso e la cui pensione è a rischio, pagano le pensioni degli ex dipendenti pubblici, quelli che per tutta la vita il posto fisso l’hanno avuto…………………
.
C’è troppa pensione


Il costante peggioramento dei conti delle pensioni pubbliche è probabilmente dovuto al fatto che i dipendenti statali vanno in pensione, mediamente, due anni prima dei dipendenti privati……


Contemporaneamente un buon numero di statali va in pensione con regole ancora più vantaggiose e generose rispetto ai dipendenti privati in situazioni analoghe, probabilmente cercando di accelerare il ritiro prima di ricadere in trattamenti peggiori. Così c’è un deflusso di risorse, in termini di erogazione di pensioni, cui non corrisponde un afflusso di contributi…..


vedi anche: Ai sindacalisti il 60% in più di pensione




Bilancio Inps: i precari pagano la pensione degli ex stataliIl loro fondo è in attivo per quasi 4 miliardi, quello dei lavoratori pubblici ne perde 7,9…

Il bello è che secondo moltissimi giovani tipo quelli col lavaggio del cervello ben rappresentano dai temi di maturità vedi mio post #NOHOPEFORTHISITALY = Il Declino prima di tutto è nel cervello (e nei temi di maturità…) il problema di base sarebbe l’eccesso di neo-liberismo…ah ah ah!


Ed infatti è tipico dell’eccesso di neo-liberismo che i giovani precari si svenino (con contributi obbligatori da versare ad un Ente Pubblico come l’INPS e ad un sistema pubblico di welfare) per pagare delle belle pensioni persino agli ex-statali…ripeto statali… che hanno avuto il posto non dico fisso ma in stile Bostik = anche se te ne stavi a fare shopping tutto il giorno nessuno poteva cacciarti… e che spesso a 55 anni sono già andati in pensione… Tipico dell’eccesso di neo-liberismo anche pagare il 60% in più di pensione ai sindacalisti


Al di là della crescita “zero o quasi” solo di FallitaGlia + della tendenza demografica da ospizio che lo sta comunque rendendo insostenibile…è tipico dell’eccesso di neo-liberismo avere un “generoso” sistema pensionistico pubblico impostato come illustrato nel post sotto linkato …e che tutte le volte che provi a riformarlo succede un finimondo a suon di “ecco i risultati dell’austerity e del neo-liberismo”. Perché le pensioni italiane sono un furto dei vecchi ai giovani


Insomma…la Bancarotta di FallitaGlia è prima di tutto nel Cervello e purtroppo anche nel Cervello delle giovani generazioni che sono state omologate dalla scuola pubblica&cattolica (le due offerte scolastiche predominanti). Vivono nel mondo fantasy radical chic qui accanto ben rappresentato pensano che PIL ricchezza benessere welfare etc crescano sulle piante… e che a loro ci debba pensare lo Stato, come a tutto del resto…


Al contrario farebbero bene a scendere dal pero…a svegliarsi e ad attivarsi finché sono in tempo, come spiegavo nella mia bacheca Facebook Invece di perdere tempo prezioso dietro al Mito di FallitaGlia-Arcadia sconsolatamente incarnato dai temi di maturità e che vi porterà ad essere dei falliti/frustrati Cari Giovani piuttosto siate pragmatici&adattivi, anticipate&cavalcate i nuovi TREND invece di subirli…
Come spiega Marco Lazzarino:


Nelle università americane stanno nascendo ogni giorno nuovi corsi su Blockchain, crittografia digitale e cripto valute. Un programmatore/ingegnere specializzato in blockchain può valere anche 250k all’anno. Consiglio ai nostri 20enni: non perdetevi queste opportunità….studiate le nuove tecnologie, solo cosi’ potrete veramente guidare l’innovazione, proiettarvi nel futuro e non temere la scomparsa del posto fisso….anzi vi farete una sana risata quando qualcuno ancora vi parlerà di posto fisso…vedendolo come un essere fuori dalla storia, che non ha saputo stare al passo coi tempi.


Financial Times
The best blockchain engineers can command a salary above $250,000
Universities add blockchain to their course lists
This year the University of Edinburgh plans to become one of the first big European universities to launch a blockchain course.
FT.CO

Nelle università americane stanno nascendo ogni giorno nuovi corsi su Blockchain, crittografia digitale e cripto valute.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext