La cospirazione di un Impero: lettera ai servitori del sistema

Planet Infowars31 Agosto 2012 (effedieffe.com)

La vostra vita è stata prestabilita, solo che non ve ne rendete ancora conto. L'impero tirannico del quale siete i servitori è pieno di esseri depravati e di eugenetisti sociopatici i cui scopi consistono nel consolidare la propria ricchezza e nell'appropriarsi delle risorse di tutto il pianeta. Attraverso il terrore economico progettato a tavolino e le guerre preventive camuffate da interventi umanitari, gli Stati Uniti e gli interessi occidentali stanno accelerando verso una fase di espansione esplosiva. La globalizzazione, la cui spiegazione illusoria è stata messa a punto con cura, vi ha convinto che ci sia il bisogno di democratizzazione delle nazioni non-democratiche. Questa è la menzogna che nasconde una ancora maggiore appropriazione indebita del potere, appropriazione che si avvicina sempre di più ogni giorno che passa.
 
La rete governativa occulta non è che l'ultimo anello della catena. A partire dall'11 settembre, abbiamo visto negli Stati Uniti una sistematica erosione delle libertà civili attraverso intercettazioni telefoniche illegali, sorveglianza oltre ogni misura, indagini prive di garanzie ed un sempre crescente stato di polizia. I nostri Padri Fondatori ci avevano avvertito sui pericoli derivanti dall'avere un governo espansionista ed autoritario, governo che [voi servitori] avete prontamente accettato. Avete inconsapevolmente sacrificato le vostre libertà in cambio di un momento di falsa sicurezza e di quattro soldi.

Siete stati portati a credere che ci siano sia minacce interne che esterne, aprendo così la porta, qui negli Stati Uniti, ad una maggiore presenza poliziesca e militare, ma è così anche nel resto del mondo. Avete dato l'approvazione a farmaci letali, che non sono stati verificati quanto si sarebbe dovuto. Avete chiuso gli occhi davanti alle aziende che ingegnerizzano la nostra alimentazione permettendo che compromettessero l'alimentazione umana per generazioni a venire. Proprio quelle istituzioni che affermano di proteggere la nostra sicurezza nazionale sono quelle che hanno abusato della vostra fiducia.

Se siete idealisti, non vi biasimo. Non vi biasimo se credete che lavorando per queste istituzioni governative possiate essere parte della soluzione. Forse vi siete laureati in una di quelle rispettabilissime università delle arti liberali, avete partecipato ad eventi volti ad aiutare la vostra comunità locale ed avete discusso, insieme ad altri bravi e coscienziosi studenti come voi, di riforme «dal basso» e che partono «da dentro». Purtroppo, anche i nostri sistemi educativi sono stati infiltrati dalla rete ombra governativa ed è molto probabile che tutti quei discorsi che vi sono stati fatti sull'altruismo e sul prendersi cura ed il preoccuparsi dei vostri consimili più che di voi stessi siano stati pianificati e messi a punto con cura per farvi vivere a contatto con un'etica di stampo marxista.

Carroll Quigley - ex professore in numerose «istituzioni ben rispettate» e dal riconosciuto alto insegnamento, nelle Università di Harvard, Princeton e Georgetown - era molto coinvolto nella propagazione di questa rete empirica marxista.

Nel suo libro di 1.350 pagine intitolato «Tragedia e Speranza» Quigley scrive:

«Sono al corrente di operazioni condotte da questa rete perchè l'ho studiata per 20 anni... e mi hanno permesso di esaminare documenti segreti. Non sono contrario né ad essa né alla maggior parte dei suoi scopi...» e prosegue nel descrivere lo scopo di questa rete che consiste nel: «creare un sistema mondiale di controllo finanziario nelle mani di privati, sistema che sia in grado di dominare il sistema politico di ogni nazione e l'intera economia mondiale come un'unica cosa. La libertà e la scelta dell'individuo saranno controllate attraverso un numero molto limitato di alternative poichè - fin dalla nascita - sarà numerato e questo numero lo accompagnerà in tutto il suo percorso educativo, nel servizio militare od altro di pubblica utilità; sarà necessario per le tasse e per l'assistenza sanitaria, per la pensione e per tutte le agevolazioni, anche in caso di morte».

La comunità accademica è contigua a questa rete col suo sistema di controllo ed indottrinamento ed è addentro al piano distruttivo che mira al controllo delle menti della prossima generazione. Voi siete stati sufficientemente fortunati da trovare dopo la laurea un valido impiego governativo, avete superato l'esame sulle vostre origini, l'esame del profilo della vostra personalità e lunghi questionari preliminari di accesso.

Stanno lentamente smantellando la nostra Costituzione. Ad ogni livello, la Carta dei Diritti viene stracciata a seconda dei bisogni e delle interpretazioni necessarie rispetto a quanto inteso da Padri Fondatori. Ogni Costituzionalista sa che queste intenzioni sono molto chiare e semplici, eppure mai come ora è necessario che gli americani abbiano una maggiore consapevolezza della Costituzione. Una cosa diventata ancora più importante dopo l'arresto assolutamente incostituzionale di cittadini americani che manifestavano critiche verso le politiche e le pratiche affaristiche illegali del governo.

«Vedi qualcosa. Riferisci qualcosa». Questo slogan preso direttamente dalle pagine del libro «1984» di Orwell è usato contro il popolo americano. C'è un numero crescente di casi nei quali «informatori» da quasi tutti i dipartimenti governativi «hanno visto qualcosa e riferito qualcosa» sul proprio posto di lavoro e sono stati minacciati: di azione disciplinare o accertamenti fiscali, di licenziamento e incarcerazioni fino alle minacce fisiche esplicite. Quale dipendente di una qualsiasi impresa - sia essa privata o governativa - avete diritto di riferire di qualsiasi pratica illegale o scorretta della quale veniate a conoscenza durante la vostra normale attività professionale. In generale, vi sentite soddisfatti per il lavoro svolto dal vostro dipartimento anche se qualcosa non vi quadra, perchè avete sentito che in un altro dipartimento un informatore è stato licenziato per aver parlato delle pratiche affaristiche illegali seguite dalla vostra azienda. Voi vi siete resi conto di esse fin dall'inizio ma eravate spaventati delle ritorsioni del vostro capo se si fosse reso conto che criticavate i modi di fare del posto dove lavorate. Così avete scelto di tenere la bocca chiusa.

Il GAP (Government Accountability Project) - un'organizzazione dedicata dal 1977 alla protezione degli informatori  sia in ambito aziendale che governativo ed internazionale - ha preso una posizione ferma nel difendere quelli che «sono dediti al vero». Il GAP ha una programma TV «Canta sul lavoro» che va in onda a livello nazionale sul Canale TV della Libertà di Parola del Dish Network, con oltre 70 emittenti a livello nazionale, ed in parte dell'Europa.

Ostacolare il dissenso non è limitato al posto di lavoro. Solo di recente, Barndon J.  Raub - un Marine reduce con onore - è stato incarcerato per aver espresso le proprie idee politiche sul proprio profilo Facebook privato. I commenti di Raub sono stati travolti da un fuoco di sbarramento di critiche da fonti ufficiali governative che li definivano «di natura terroristica». In aiuto di Raub, a sostegno dei suoi diritti costituzionali, è intervenuto - per conto del Rutheford Institute - il suo fondatore e procuratore John W. Whitehead, grazie al quale Raub è stato rilasciato.

Sull'accaduto, ecco le dichiarazioni di Whitehead: «Va contro ogni principio costituzionale sul quale è stato fondato il nostro Paese che funzionari governativi non solo abbiano arrestato Brandon Raub senza che avesse fatto nulla di diverso dall'esercitare i propri diritti legati al Primo Emendamento, ma anche che lo abbiano obbligato a sottoporsi a valutazioni della personalità e che lo abbiano detenuto contro la propria volontà. Questo dovrebbe dare la sveglia a tutti gli Americani sul fatto che siamo in uno Stato di polizia».

Whitehead ci ricorda poi che stando a note interne del Department of Homeland Security: «I veterani sono elencati come estremisti». Stiamo assistendo ad una crescita esponenziale di quello che sia il DHS (Department of Homeland Security) che altre varie agenzie di sicurezza considerano un crimine contro lo Stato. Siamo nell'era del pre-crimine, nella quale la nostra libertà sta morendo giorno dopo giorno.

In un altro assurdo caso, David C. Gorczynski è stato arrestato per aver mostrato segni della sua contrarietà al sistema bancario durante una protesta pacifica fuori da una filiale della banca Wells Fargo ad Easton, PA. Gorczynski, semplice partecipante alla protesta, è stato accusato di minacce terroristiche, rapina ad una banca e condotta eversiva. È sconcertante vedere che cittadini americani sono presi di mira a causa del proprio dissenso politico in modi da fare invidia alla Corea del Nord.

Non è forse che la più grande minaccia interna proviene da un sistema di controllo che ora ammette apertamente di prendere ordini da istituzioni finanziarie straniere? La domanda che dovreste porvi è: perchè dovete servire un sistema che sta distruggendo proprio le fondamenta sulle quali è stato costruito il nostro Paese? Non importa per quale schieramento politico voi lavoriate, sia i partiti di destra che quelli di sinistra sono firmatari del crollo totale.

Naomi Wolf - autrice ben nota, critico sociale ed attivista politico - si è occupata del crollo della società libera nel libro intitolato «La Fine dell'America: Lettera di Allarme ad un Giovane Patriota». La Wolf, esaminando il modello che è stato ripetutamente usato nel corso della storia dell'uomo, identifica i 10 passaggi che portano ad una società chiusa.

In una recente intervista con Elmhurst College, la Wolf ha descritto come la nostra società sia ormai andata fuori controllo:

«Abbiamo toccato il punto più basso della nostra storia, ed è accaduto più velocemente di quanto non immaginassi scrivendo il libro. Esistono degli interessi finanziari volti a tenere altissimo sia il livello di stato del terrore che lo stesso stato di polizia. Sapevo che il cambio di presidente non avrebbe modificato la cosa, ma non mi aspettavo che la resa potesse essere tanto drammatica. Quattro anni fa non avevamo un presidente che affermava il diritto all'incarcerazione preventiva senza processo, cosa che Obama ha invece fatto».

La stessa Wolf è stata arrestata lo scorso anno in occasione di Occupy Wall Street, per protesta pacifica su di un marciapiedi di New York City.

Con questa amministrazione siamo finiti nell'autoritarismo più totale grazie all'estensione del Patriot Act e all'approvazione dell'NDAA che nella sua definizione più letterale implica la detenzione a tempo indefinito di cittadini americani strappando via così i nostri diritti costituzionali senza la prova di alcun reato. Solo recentemente, è filtrato un manuale militare che descrive i piani per gestire campi di internamento o campi di ri-educazione, negli Stati Uniti, in caso di «conflitto militare o civile» o nel caso avvenga «un disastro naturale o causato dall'uomo».

Come gente libera dovremmo essere estremamente preoccupati, e siamo stati avvisati.

Cari servitori del sistema, lavorando per questo sistema voi approvate lo stravolgimento della Costituzione degli Stati Uniti e state condonando le azioni di questo Governo corrotto e privo di morale, il cui controllo è stato preso, ai massimi livelli, dai dei criminali di portata mondiale.

Questa è una lettera indirizzata ai servitori del sistema: dovete rendervi conto che la vostra nazione è stata assaltata da una dittatura finanziaria e scientifica. Quelli che si occupano della vostra salute e delle risorse si sono venduti ad un impero del male. Dobbiamo rigettare questa guerra illegittima e predatoria condotta contro la nostra libertà. Mentre il mondo è in declino voi dovete fare una scelta fra tirannia e libertà. Le future generazioni dipenderanno da questo.

Shawn Helton e Neema Enriquez

Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla, revisione di Lorenzo de Vita
 

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext