Marcia Funebre della Spagna.

28 agosto 2012Di Giuseppe Sandro Mela per rischiocalcolato.it

 41.3 mld in fuga. Catalogna: Bancarotta da 40 miliardi. Dipendenti senza Stipendio. Contribuenti massacrati dal Fisco.


Le notizie provenienti dalla Spagna non sono rassicuranti, se si eccettua quello rilasciato giusto oggi sul Pil.

 Per incominciare, 41.3 miliardi avrebbero lasciato alla chetichella la Spagna per trovare collocazioni più confortevoli, e circa 9.2 miliardi di euro investiti in Spagna sono stati ritirati dagli stranieri.


La Catalogna é di fatto insolvente: lo ammette candidamente premier spagnolo Mariano Rajoy. I dipendenti sono rimasti senza stipendio. Il Governo regionale ha richiesto l'intervento centrale immediato per 5.75 miliardi.


Nel 2010 la Catalogna produceva  209.7 miliardi dei 1,062.5 miliardi di euro di Pil spagnolo. I 7.3 milioni di catalani avevano un Pil pro capite di 28,262 euro contro la media di 23,100 dell'interna Spagna


Certamente la depressione ha colpito duramente. Ma molto più duramente della depressione ha colpito il Governo centrale, che ogni anno drenava quasi quaranta miliardi dalla Catalogna per finanziare le altre Regioni. Una solidarietà monodirezionale. Imposta a viva forza, e che alla fine ha ammazzato la gallina dalle uova d'oro.


Un po' come succede in Italia, ove il Nord trasferisce al Meridione 99.653 miliardi ogni anno. E se anche Lombardia e Veneto andassero in bancarotta?


Di tasse si muore.


    Borsa Italia. 2012-08-28. Spagna: Catalonia chiede aiuto per 5,02 mld al Governo centrale.

    (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Barcellona, 28 ago - Il portavoce del Governo regionale della Catalonia ha sottolineato che la regione chiedera' il sostegno dello Stato centrale "senza accettare alcuna condizione politica"

    La Catalonia e' la prima regione spagnola a fornire un'indicazione esatta dell'aiuto finanziario di cui ha bisogno, ma altre regioni, come Valenzia e la comunita' autonoma di Murcia, hanno gia' detto di aver bisogno del sostegno dello Stato. La Catalonia, la regione piu' indebitata del Paese (40 miliardi alla fine del primo trimestre 2012) e governata dalla coalizione nazionalista CiU, aveva gia' preannunciato quest'estate di voler fare ricorso al fondo di liquidita' anche in vista della necessita' di rimborsare, nel secondo semestre di quest'anno, debito per 5,75 miliardi. Il fondo ha una dotazione complessiva di 18 miliardi ed e' stato creato in luglio dal Governo per aiutare le regioni a rifinanziare il debito.

    Red-mir-

    (RADIOCOR) 28-08-12 14:51:22 (0196) 5 NNNN



    Euro News. 2012-08-28. La Catalogna chiede 5 mld di euro a Madrid, è a rischio insolvenza.

    La Catalogna lancia il suo sos a Madrid. La regione autonoma ha, infatti, annunciato di voler chiedere un aiuto finanziario per oltre cinque miliardi di euro allo stato centrale a causa di difficoltà nel rifinanziamento.

Non si è fatta attendere la risposta del premier spagnolo Mariano Rajoy per il quale la regione va aiutata perchè rischia l'insolvenza.


    Finanza & Mercati. 2012-08-28. Crisi, la Spagna perde 41,3 mld. Catalogna senza stipendi,

     Una fuga di capitali per 41,3 miliardi di euro. E' l'amaro bilancio di maggio della Spagna di Mariano Rajoy, che si confronta con un deflusso netto di capitali di 9,6 miliardi di un anno fa.

    Dunque, si conferma il maggiore nervosismo nutrito dai mercati per le sorti di Madrid. Secondo quanto reso noto dalla Banca centrale spagnola, circa 9,2 miliardi di euro investiti in Spagna sono stati ritirati dagli stranieri, mentre le famiglie spagnole hanno spostato altrove fondi per complessivi 1,8 miliardi.

    Intanto, il governo della Catalogna (la seconda regione della Spagna in termini di Pil), oberato dai debiti, ha annunciato che per ragioni di liquidità non verserà a luglio le sovvenzioni a vari Enti sociali, come ospedali e strutture per anziani. "Si tratta di un problema di liquidità", ha spiegato un portavoce del ministero dell'economia della Catalogna, secondo cui la situazione comincerà tuttavia a tornare alla normalità in settembre. Il governo non ha precisato l'ammontare che non verrà versato ma secondo il quotidiano El Pais il buco è di circa 400 milioni di euro, destinati agli ospedali, centri per portatori di handicap, residenze per anziani e centri di accoglienza per minori. La misura avrà inoltre come effetto immediato quello di lasciare senza stipendio circa 100mila persone che operano nel settore.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext