Avanti Popolo, Verso l'Estinzione e la Sostituzione con le 'nuove risorse'

Di FunnyKing , il 6 marzo 2017

Avanti Popolo, Verso l’Estinzione e la Sostituzione con le “nuove risorse”


Allora è appena uscito un rapporto Istat con le stime sulla variazione della popolazione italiana per l’anno 2016 :



Vado per punti salienti:


  1. Nel 2016 sono nati vivi in Italia 474.000 bambini, rispetto ai 486.000 del 2015
  2. Sono morti 608.000 residenti italiani rispetto ai 648.000 italiani del 2015
  3. Il saldo fra nati in italia e morti in italia (saldo naturale) è di -134.000 unità
  4. Il saldo naturale è controbilanciato quasi perfettamente dal saldo migratorio estero per 135.000 unità. Per saldo migratorio estero si intende la differenza fra cittadini stranieri che entrano in Italia e quelli che se ne vanno dall’Italia
  5. La popolazione Italiana però è ufficialmente diminuita a 60.579.000 (-89.000) persone grazie al saldo migratorio italiano (cioè italiani che tornano a risiedere in italia e italiani che vanno via dall’Italia) che è negativo per 90.000 unità.
  6. L’età media dei residenti italiani passa da 44,8 anni a 44,9 anni, con il 22,3% della popolazione che ha più di 65 anni.

Quindi, in Italia, comprese le famiglie di cittadini stranieri  si fanno sempre meno figli, e visto che tradizionalmente le famiglie straniere ne fanno di più il problema è come ovvio concentrato sulle famiglie di cittadini italiani.


Rimane basso il saldo (ufficiale, parliamo di residenti non i clandestini che non sono contati) di stranieri che aumenta la popolazione italiana e rimane relativamente alto (vista l’età media) il numero di expat ufficiali. Teniamo presente che il numero di expat veri è sottostimato per il fatto che spesso i cittadini italiani residenti all’estero NON si iscrivono all’Aire e risultano ancora residenti in Italia, specie i giovani.


Commento: in assenza di politiche vere a sostegno e incentivo della famiglia tradizionale con figli la popolazione di cultura italiana (qualunque cosa significhi) è destinata ad una estinzione neppure troppo lenta. La sostituzione con le “nuove risorse” è un processo in pieno svolgimento. I sistemi pensionistici italiani (ed occidentali in generale) sono destinati alla dissoluzione e salvo l’intervento di una massiccia dose di automazione e robotizzazione anche l’assistenza agli anziani non potrà essere supportata da un adeguato numero di “meno anziani”.


L’Italia (e per la verità anche la Germania subito dietro in Europa) va verso un declino economico che ha come causa prima strutturale la demografia ancora più che l’inefficenza, le tasse e la burocrazia.

Siate consapevoli, siate preparati


p.s. nel breve periodo si può tamponare rendendo l’Italia attrattiva per l’immigrazione di qualità, ovvero produttiva e istruita…… vabbeh e poi ci svegliamo tutti sudati.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext