EDITORIA - Il popolo la decadenza e gli dei

Di Jean Cau - edizione settecolori

Il libro è praticamente un libro postumo, l'ultimo libro scritto di Cau.


E' allettante leggerlo come un testamento, né lieto né triste, ma di tremenda lucidità. E che testimonia di chi l'ha scritto. Il libro è preceduto dallo scritto: Elogio sconveniente del pesante.


"Abbiamo bisogno di maestri di volontà. Ne aspettiamo la venuta ma grande è l'angoscia: una volontà si fonde nel bronzo e io vedo le officine delle democrazie ingombre solo di impastatori di gesso che fischiettano l'aria dei Diritti dell'Uomo modellando maschere di carnevale".
 

Dall'elogio sconveniente del pesante;


 

«Oramai - argomenta lo scrittore francese _ tutto fluttua: amore, amicizia, dovere, Crickett, rasoi, piume, politica e presto inventeremo anche i sacchetti della spazzatura dove, leggeri, getteremo idee e cuori. Vedete: tutto, politica compresa, si svolge in tv; (...) si spegne, si accende, si salta da un canale all'atro, il politico scompare sostituito dal gangster, dalla ragazza che si contorce senza veli, sostituita dai bambini scheletri che muoiono di fame...».


 

"Si converrà- chiosa verso la fine del suo elogio Jean Cau- che Bic e Crickett usa e getta hanno ucciso l'amore e distrutto la sensibilità, poiché abbiamo disimparato a essere fedeli a qualcosa e dunque a qualcuno.Provate a dire: ‘Amo il mio Crickett...'Mio nonno a volte tornava furioso dalla vigna. ?Ah! gridava, avevo dimenticato il coltello!'(Diceva ‘il', non il ‘mio'. Era il coltello in sé, il re, l'unico. Si diceva anche :'Ammezzeremo il maiale'.Non il ‘nostro').Aveva dell'incredibile che avesse dimenticato il coltello- da qui il suo malcontento- poiché lui e il coltello erano legati indissolubilmente, davanti a Dio, dai legami della terra. Un uomo senza coltello in tasca al villaggio? Impossibile. Perché non una lepre senza orecchie o, in autunno, una vigna senza grappoli?


 

:"Nel regno dei Bic, dei Crickett e della plastica si può caricare un uomo col peso delle sue colpe e dei suoi crimini?(...)Un uomo che si rade con un Bic avrà forse avventure galanti ma non amerà mai profondamente una donna".


EVE BIOGRAFIA

Scrittore, sceneggiatore, giornalista e reporter per l'Express, Le Nouvel Observateur, Le Figaro e Paris-Match, è stato segretario di Jean-Paul Sartre,. Proveniente dall'estrema sinistra, si è avvicinato progressivamente (dal 1960) verso la destra radicale, il Groupement de recherche et d'études pour la civilisation européenne (GRECE, chiamato anche "Nuova Destra"), scrivendo testi anticonformisti che criticavano la sinistra, la decadenza dell'Europa ed esaltando le tradizioni europee. Ha scritto la sceneggiatura di film come "Borsalino" e "Il ribelle di Algeri" e il soggetto di "Una donna come me".




Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext