Veltroni: come ti riciclo un 'trombato' (purché di sinistra)

http://www.lultimaribattuta.it

Veltroni: come ti riciclo un “trombato” (purché di sinistra)


http://www.lultimaribattuta.it/59993_veltroni-rutelli-trombati



L’ex sindaco di Roma Walter Veltroni, detto dagli amici “serial flopper”, viste miseramente fallire le sue velleità di diventare presidente della Rai tenta di riciclarsi al vertice della Lega Calcio (ma non doveva andare in Africa?).

Il mai domo Veltroni, infatti, dopo aver collezionato una serie penosa di fallimenti in qualunque campo (come scrittore, come regista, fino all’ultimo come autore Rai >>leggi qui<<) tenta il riciclo, direttamente dal bidone dell’umido, addirittura come presidente della Lega di Serie A. 


La notizia, riportata da La Repubblica, nell’ambiente viene definita “una chiacchiera con qualche fondamento“.


Sarà dunque lui uno dei candidati proposti per eleggere il sostituto di Maurizio Beretta.


E, non appena l’assemblea avrà smesso di ridere e si sarà ricomposta, si spera deciderà di riconfermare il presidente uscente, quantomeno per evitare che il nostro “Re Mida al contrario” faccia danni anche lì, come solo lui sa fare.


Veltroni fa il paio con un altro ex sindaco della Capitale, anche lui trombato a destra e a manca, e anche lui disperatamente alla ricerca di un nuovo ricollocamento: Francesco Rutelli che, dopo essersi laureato alla tenera età di 62 anni in Pianificazione e progettazione del paesaggio e dell’ambiente, è diventato negli scorsi mesi presidente di Anica, l’Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali.


Qui (ma anche altrove) Rutelli ci sta come i cavoli a merenda. 


A ben guardare, al suo posto ci starebbe meglio Walter col suo diplomino professionale per la cinematografia e la televisione. Ma tanto, a parità di curriculum e fallimenti, quei due sono interscambiabili.


In tema di riciclati purché di sinistra, fa parte del team anche Erasmo D’Angelis, al quale è stato conferito il delicato incarico come coordinatore della struttura della Protezione Civile “Italia Sicura“, per la lotta al dissesto idrogeologico. Lui.


Che l’unico dissesto che ha sperimentato è stata la direzione – fortunatamente durata solo un anno – del quotidiano l’Unità.


Sul fatto che D’Angelis sappia come si coordini una situazione di crisi abbiamo qualche dubbio. Ma tanto lui è più impegnato a pontificare in tv che a fare concretamente il suo mestiere.


E finché resta così, ci va anche di lusso.




Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext