FUTURO DEL DOLLARO: REPUBBLICANI STUDIANO RITORNO AL GOLD STANDARD

25/8/2012 Di Redazione per movimentolibertario.com

Da "Wall Street Italia" sull'articolo di apertura del "Financial Times"

La proposta ricorda la commissione creata dall'ex Presidente Ronald Regan nel 1981. Per la prima volta dagli ultimi 30 anni, il gold standard (base monetaria fissata da una quantità in oro) ritorna al centro della politica Usa e potrebbe presto diventare parte ufficiale del programma messo in campo dai candidati Repubblicani alle Presidenziali negli Stati Uniti.

Stando alla bozza di un documento che verrà discusso nella convention Repubblicana della prossima settimana a Tampa Bay, Florida, il partito di Romney starebbe pensando all'introduzione di un organo a vigilanza della politica monetaria messa in atto dalla Federal Reserve, e a una commissione che valuti alla possibilità di ripristinare il collegamento tra dollaro e oro, stando a quanto riporta il Financial Times.

OBAMA E BERNANKE

L'idea di tornare al vecchio sistema monetario rappresenta un chiaro segnale degli effetti e delle conseguenze scatenate da oltre cinque anni di politica monetaria accomodante, forse eccessivamente accomodante. "Come aver capito che la strada verso il benessere non può essere stampata (con banconote facili)", ha commentato al FT Sean Fieler, chairman di American Principles Project, un gruppo conservatore che spinge per il ritorno al gold standard.

La proposta ricorda la commissione creata dall'ex Presidente Ronald Regan nel 1981, 10 anni dopo che Richard Nixon aveva deciso di interrompere il rapporto fisso tra oro e dollaro. Al tempo la commissione aveva optato in supporto allo status quo.

La nuova decisione della commissione dovrà tenere a mente una serie di problemi teorici, empirici e pratici. Inflazione sotto controllo negli ultimi anni - nonostante si fosse temuto sull'attività eccessiva della Fed - mentre il prezzo dell'oro è stato alquanto volatile, in termini nominali cresciuto oltre +500% nell'ultimo decennio. Da considerare il fatto che un ritorno a una base monetaria fissa impedirebbe alla banca centrale di agire modificando i tassi di interesse per fare fronte a shock nella domanda.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext