Ora arrestate il Parlamento

Marcello Veneziani

Ora arrestate il Parlamento


Trovo veramente indecente e scandaloso che si sbatta in carcere un palazzinaro ottantenne, Sergio Scarpellini e non si faccia nulla per colpire il vero mandante. No, non la Raggi, che è solo un capriolo spaventato e inadeguato.È' il Parlamento italiano e chi ne fa le veci. Sono loro che hanno inventato il Mostro, lo hanno foraggiato e ora chiedono, sdegnati, che il palazzinaro paghi per la sua malvagità.


Leggo una puntuale ricostruzione dei Palazzi del potere ad opera di Maurizio Blondet e alcune ficcanti inchieste di Alberto Di Maio sul Tempo e di Stella e Rizzo. Riassumo lo sconcerto.


In principio, Scarpellini non aveva immobili da locare ai Palazzi romani ma per dono divino ebbe un bel contratto di svariati milioni di euro per affittare uffici al Parlamento. Fino a 36 milioni all'anno per nove anni più nove solo per Malazzo Marini in piazza S.Silvestro. Già i primi nove anni garantiti di quell'affitto fanno 324 milioni di euro. Con quella cifra poteva comprarsi immobili che non aveva e poi affittarli a Montecitorio e annessi. Ovvero il Parlamento finanziava, di fatto,


Scarpellini nella sua impresa di acquistare palazzi e poi ripiazzarli allo stesso Parlamento. A Scarpellini, leggo da Blondet, il Parlamento affida anche – con ricco contratto – la fornitura dei “servizi aggiuntivi: ristorazione, portierato, pulizie….e tutto alla stessa società e senza concorso”.


Poiché abbiamo il bicameralismo perfetto, anche il Senato fa la porcata fotocopia. Sempre lui viene beneficiato, senza bando di concorso, per trasformare l’ex hotel Bologna in uffici di lusso per 80 senatori, al costo per noi contribuenti di 81,6 milioni di euro. E non solo: il Senato paga al palazzinaro milioni per ristrutturare ruderi nei pressi del Pantheon che poi prende in affitto a prezzi da capogiro grazie alla ristrutturazione che lo stesso Senato ha effettuato a sue spese...


Il Palazzo, di cui parlava Pasolini, è marcio e corrotto già nei suoi muri, prima ancora dei suoi abitanti. Sulla scia di Camera e Senato, anche il Comune di Roma, assai prima che arrivasse Bambi Raggi, e la Regione Lazio hanno firmato contratti milionari per affittare palazzi che con quelle cifre avrebbero potuto essere acquistati con mutui, come fanno i sudditi.


Non chiamateci più cittadini, per favore. In tredici anni Scarpellini ha avuto qualcosa come 600 milioni di euro circa. Ditemi voi se non poteva comprarsi i Palazzi di Roma. Scarpellini da solo ci è costato più di quanto la riforma Boschi-Renzi voleva farci risparmiare, abortendo e sfigurando il Senato e uccidendo il Cnel.


Vogliamo fermarci? Ma si, fermiamoci. Poi vi chiedete perché la gente ha la bava alla bocca e il veleno nello stomaco. Ora vede un vecchio palazzinaro di 80 anni finire in galera e dice: ma no, c'è da arrestare un'anziana signora di 70 anni che si fa chiamare Repubblica italiana, col suo scandaloso bicamere e servizi.


M.V., 20 dicembre 2016


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext