LA GRANDE TRUFFA DELL'ARTE CONTEMPORANEA,

Dal 'Daily Mail' 20/8/2012

DONAZIONI AI MUSEI DI STATO PER FAR GONFIARE I PREZZI DELLE ALTRE OPERE IN MAGAZZINO, È VENUTA FINALMENTE ALLO SCOPERTO? - 2- COME MAI LA CELEBERRIMA TATE MODERN DI LONDRA HA RIFIUTATO UN REGALO DA 30 MILIONI DI STERLINE DA PARTE DEL GURU DELLA PUBBLICITÀ E COLLEZIONISTA CHARLES SAATCHI? UN MAGNATE CHE COMPRA OPERE TANTO AL PESO E DISPONE DI UN PROPRIO MUSEO - 3- IL "NO, GRAZIE" GIUSTIFICATO PERCHÉ IL CONSIGLIO DELLE ARTI - ENTE PUBBLICO CHE SOVRINTENDE A PIÙ DI 7000 OPERE D'ARTE NEL REGNO UNITO - INTENDE SELEZIONARE E SCEGLIERE SOLO LE OPERE CHE GLI INTERESSAVANO E NON ACQUISIRE L'INTERO BLOCCO - 4- PRIMA, I PREZZI VENIVANO DROGATI VENDENDO E RICOMPRANDO LE OPERE ALLE ASTE - 

" - http://bit.ly/SEhvPO%20

Una donazione da 30 milioni di sterline, che include il controverso letto sfatto di Tracey Ermin, è stata snobbata dalla Tate Modern. Il museo di arte contemporanea ha detto "no, grazie" all'offerta del guru della pubblicità Charles Saatchi, che ha regalato il meglio della sua collezione privata due anni fa.


E anche se il governo inglese ha apprezzato il gesto, il Consiglio delle Arti - ente pubblico che sovrintende a più di 7000 opere d'arte nel Regno Unito - ha rifiutato la collezione perché intendeva selezionare e scegliere solo le opere che gli interessavano e non acquisire l'intero blocco.

Il lascito di Saatchi, che include la copertura dei futuri costi di magazzino, assicurazione, manutenzione e restauro, include più di 200 lavori dei principali artisti contemporanei. Tra questi, le urne in ceramica di Grayson Perry, la "Chinese Offspring" di Zhang Dali, "Ghost" dell'artista algerino Kader Attia, un'opera composta da centinaia di statuine fatte di alluminio.


Il letto di Ermin, nominato per un premio Turner ed esposto alla Tate, è un insieme di oggetti della stanza dell'artista, preservativi, mutande macchiate.


Il ministro della cultura Jeremy Hunt ha ringraziato Saatchi per la sua 'incredibile generosità', e ricordato che la collezione è di enorme importanza internazionale. Il Consiglio delle Arti però non intendeva acquisire in blocco il lascito, ma solo opere selezionate.

Saatchi ha quindi ritirato l'offerta, e il suo portavoce ha commentato: "Le cose non hanno funzionato con il Consiglio delle Arti: loro volevano selezionare e scegliere solo i pezzi migliori, e questo gesto ci è sembrato un po' maleducato. Ma Charles è ancora intenzionato a fare questo dono al Paese".


Saatchi ha avuto molte offerte per esibire all'estero la sua collezione, ma sperava di tenerla in Regno Unito. Ha proposto che venisse data in prestito a musei, uffici ministeriali e gallerie in giro per il paese e, come bonus in più, la donazione avrebbe incluso opere che potevano essere vendute per finanziare nuove acquisizioni.


L'offerta è stata rifiutata dal direttore della Tate Modern, Sir Nicholas Serota. Saatchi in passato ha descritto il Turner Prize, riconoscimento artistico consegnato dalla Tate, come "un premio pretenzioso che vorrebbe essere controverso ma è solo una roba riciclata".



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext