LUCE DA UN PAPA (NON E' BERGOGLIO)

https://www.facebook.com/Antonio-Socci-

BERGOGLIO: CHI L'HA VISTO?


La latitanza di Bergoglio di fronte al martirio di padre Jacques è sempre più impressionante. Come pure la sua reticenza.


Il macello del povero prete francese sull'altare ha commosso tutti, ma Bergoglio ha liquidato la cosa facendo dire a padre Lombardi due frasi di circostanza.


Com'è possibile una tale indifferenza? Si comporta così un pastore che ama il suo gregge e vuole proteggerlo?


Un sacerdote sgozzato durante la messa in una chiesa di Rouen non merita nemmeno un suo intervento personale?


Bergoglio non dovrebbe far sentire la sua voce in difesa della Chiesa e dell'umanità? Non dovrebbe difendere i cristiani inermi, minacciati, perseguitati e uccisi dal fanatismo islamico?


Non dovrebbe usare quel tono forte che esibì inopportunamente quando andò a gridare a Lampedusa dove - invece di ringraziare l'Italia per quello che stava facendo - ci gridò "vergogna!" perché dovevamo spalancare le frontiere ancora di più a tutti gli emigranti islamici del mondo?


Perché Bergoglio, personalmente, non dice nemmeno una parola sul massacro di padre Jacques da parte di terroristi islamici? Forse perché non vuole mai parlare quando si tratta di terrorismo islamista. O magari perché padre Jacques gli ruba la scena?


Sta di fatto che la sola cosa che in questi giorni sembra assorbire Bergoglio è il bagno di folla che lo aspetta alla Gmg in Polonia. La sua gloria personale terrena sembra al centro dei suoi pensieri. La cerca spasmodicamente ogni giorno, da tre anni, dando i "titoli" ai giornali laici sui temi che essi prediligono.


Del resto nella "chiesa di Bergoglio" tutto è funzionale alla divizzazione mediatica del vescovo argentino. Quanti cortigiani sgomitano per esaltarlo, per incensarlo...


Personalmente consiglierei al Vescovo di Roma di lasciar perdere tutto questo e andare subito a Rouen a pregare sul luogo del martirio di padre Jacques. Ma credo che il "bagno di folla" che lo aspetta a Cracovia sia per lui un'attrazione così irresistibile da far passare i martiri in secondo piano.
Perciò penso proprio che non andrà in Francia. Anche se ci spero. Inutile poi sperare che pronunci parole chiare come fece Benedetto XVI a Ratisbona... Impossibile.


Il richiamo di Benedetto al logos, la ragione, come vero terreno di incontro e di dialogo, nel rifiuto della violenza, fu il suo messaggio potente non solo all'Islam, che ha un rapporto storico con la violenza, ma anche a un occidente laico che - dopo aver rinnegato la fede cristiana in nome della ragione - oggi rinnega la ragione stessa e la natura e l'umanesimo.


E' bello riascoltare quello storico discorso di Benedetto XVI, vero e grande papa. Oggi la navicella della Chiesa è senza timone, sballottata dalla tempesta.



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext