NESSUNO RIFLETTE MAI CHE LA PREGHIERA RESTA UN MISTERO...

papalepapale.com

NESSUNO RIFLETTE MAI CHE LA PREGHIERA RESTA UN MISTERO...


Non potremo mai definire cosa sia la preghiera. Non ci bastano le parole.


Nessun santo c'è riuscito.


La preghiera va talmente al di là di tutte le definizioni da lasciar sempre spazio ai suo mistero.


Sì, pregare è un mistero.


Pregare è comunicare col mistero che è Dio.


Provateci, e vedrete che con tutta l'abilità non riuscirete a contenere nelle vostre parole, la vostra esperienza di preghiera.


Ma una cosa che riuscirete certamente a definire è che è un rapporto tra due persone.


Quando pregate vi sentirete davanti ad un Altro.


Può darsi che l'Altro, tu lo senta dentro. Può darsi che tu lo senta fuori. Può darsi che ti senta avvolto. Può darsi che ti senta lontano lontano. Può darsi che tu lo senta come Silenzio come Assenza, come Aridità, come Oscurità o come Luce o come Gaudio o come Pienezza o come Rimprovero.


Non c'è limite all'esperienza di Dio in noi.


Lui è la novità ed ho l'impressione che non si ripeta mai nel modo di avvicinarsi a noi.


Quando l'ho atteso sotto un olivo è venuto sotto una quercia; quando l'ho atteso in chiesa è venuto in città; quando l'ho cercato nelle gioie è venuto nel pianto; quando non l'attendevo più l'ho trovato davanti a me ad aspettarmi.


(dagli scritti di Carlo Carretto)


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext