Terra Dei Pazzi: Treni, ballerine,pazze liberate e crisi, grossa crisi.

Di Nuke The Whales , il 29 maggio 2016

Terra Dei Pazzi: Treni, ballerine,pazze liberate e crisi, grossa crisi.


Nel silenzio dei medi continua a spegnersi la terra ucraina. Ora, sapete che gli voglio bene, anche perché in quel disastro vedo il futuro italiano, una decina di anni di “aiuti” del FMI e la situazione potrebbe essere la stessa, se non peggio. Poi non dite che non vi avevo avvertito, quando grazie agli gnomi del Fondo Monetario pensioni e stipendi degli statali si dimezzeranno.


I liberisti esulteranno per poco, dato che il crollo verticale dei consumi gli zittirà la bocca, crollo seguito da inflazione ( se si uscirà dall’Euro) e da aumento micidiale delle tasse, dato che il calo dei consumi farà calare di brutto il gettito fiscale.Fate pure finta di niente, Ucraina e Grecia non hanno insegnato niente, giusto? Treni, Rock e spogliarelli. Decisamente il concetto di curriculum deve essere rivisto , nella Terra Dei pazzi.

Dopo la nomina a presidente regionale e a capo del servizio anti corruzione ucraino all’ex presidente georgiano Saakashvili, pregiudicato e indagato, per: una serie di omicidi, rapimento, tortura, estorsione, peculato, traffico internazionale di droga, strage colposa e altro, arriviamo nuove vette.
Il signore che vedete nella foto qui sopra, con l’affascinante codino, è il nuovo capo delle ferrovie ucraine, ovvero della società monopolistica Ukrzaliznytsia.

Wojciech Balchun, questo è il nome del tipo che vedete in foto.

Oltre che occuparsi come CEO del ramo cargo delle ferrovie polacche ( non è ucraino, che ve lo dico a fare) è anche chitarrista presso il gruppo Rock Chemia, da lui fondato nel 2013.




Nel video lo vediamo suonare. Decentemente, tra l’altro.


Altro personaggio interessante, e non poteva non esserlo, è la sua “assistente esecutiva”, l’ucraina Veronica Marchuk-Pazura. A venti anni Veronica decide che l’Ucraina gli sta stretta e va in Polonia, decisa a intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo.  Ovviamente finisce a fare la spogliarellista in un locale sul mar baltico nella città di Sopot.

Viene notata dal famoso attore polacco Cesaria Pazura, che sposa per poi divorziare nel 2007. A partire da quel momento diviene una accanita sostenitrice del buon Wojciech e fa molto per promuovere la banda rock, oltre a gestire i diversi ristoranti di sua proprietà a Varsavia. Nel 2009 rimane invischiata in uno scandalo, un imprenditore le consegna una mazzetta di centomila Zloty (circa venticinquemila euro) all’interno di una confezione di profumo di Armani. La polizia filma tutto e lei confessa candidamente ai giudici che non sapeva trattarsi di denaro… I giudici stranamente le credono, ma la sua carriera televisiva ( un telefilm dove spesso si faceva ritrarre in scene erotiche) arriva alla fine.

Le auguriamo grande fortuna nella sua nuova carriera.

Vedremo come il nuovo manager e la sua squadra risolverà il problema della fornitura di olio combustibile alle centrali elettriche che alimentano le linee…


Aiuto, una pazza scatenata è in libertà!


Mi ci sono voluti dei giorni per digerire la notizia, la Shevchenko, la pazza condannata per aver provocato deliberatamente la morte di due giornalisti russi nel Donbass è stata scarcerata e condotta in Ucraina, dove viene festeggiata. In cambio due russi molto malmessi per le percosse subite sono stati scambiati con la “Giovanna d’Arco” ucraina. Francamente ancora non so come interpretare la cosa, ma, da diversi segnali lanciati dalla Shevchenko, come quando si recò in parlamento a piedi nudi, la sbronza storica per festeggiare la libertà e le reciproche promesse di morte scambiate con i capi dei separatisti, fanno sperare che sia una cattivo affare per Kiev averla in libertà, piuttosto che in galera in Russia.

Crisi, grossa crisi.


Davvero è fantastico guardare quanta merda sia disposta a mangiare un popolo, dopo una “vittoriosa rivoluzione”. Un giorno qualcuno dovrà studiare l’effetto dei media sul popolo, ovvero quanto la propaganda sia influente sulla capacità di sopportazione dello stesso.


Crisi infinita, svalutazione e stipendi medi che calano in termini assoluti ogni mese (25 grivnie in meno nel mese scorso), quindi i soldi non solo valgono di meno, ma, stante il grande numero di disoccupati, chi lavora deve accettare comunque uno stipendio minore, e magari in nero. Il FMI prendete continue “riforme” ovvero aumento delle tasse, riduzione degli stipendi e pensioni e continua privatizzazioni, eppure nessuno dice niente, annientato dalla Psicopolizia e dalla propaganda che dà la colpa di tutto ai russi.


Il fondo pensioni fa sapere che non è in grado di versare il dovuto ai pensionati, dato che non c’è una Grivnia in cassa, servono circa sei miliardi di dolalri, subito per tamponare il deficit. E nelle casse dello stato non ci sono soldi. L’accordo di commercio con l’UE è firmato e da mesi il 100 per cento delle merci europee è libero di entrare in Ucraina senza vincoli.


DI tutt ele merci commerciate e prodotte in Ucraina, invvece, il 95% è libero di essere venduto in Europa.


La differenza, quel piccolo cinque per cento è fondamentale, si tratta delle sole merci prodotte nel apese che hanno mercato nell’UE. Grazie a questo le merci esportate verso l’UE sono calata tantissimo, fatta eccezione per grano e semplici prodotti non lavorati, mentre le merci europee sono più che raddoppiate. La bilancia dei pagamenti è peggiorata, e non di poco, di diversi miliardi di euro, e le ultime industrie esportatrici ucraine sono finite nel guano. E nessuno dice niente, dalle parti di Kiev, va bene così…


Il FMI, in questi giorni minaccia il governo di Kiev, nessun prestito se nono vengono tolte le ultime limitazioni all’export, ovvero quelle sul commercio di legname. Le industrie del paese, grazie al fatto che all’estero i prezzi sono più alti verranno del tutto annientate. E lo stesso si è ripetuto per le esportazioni di rottami metallici, necessari per le fonderie. Questo fa evidentemente parte di un piano di deindustrializzazione, anche se non mi è chiaro alla lunga cosa dovranno fare i milioni di ucraini disoccupati, alla lunga, per campare.


Dato che , grazie ad una attenta campagna acquisti di terreni agricoli da parte di multinazionali, anche i numeri di addetti alle coltivazioni caleranno, non so cosa succederà nei prossimi anni.


Psicopolizia.


appunto,  la gente viene arrestata e condannata a cinque anni di galera in su per aver postato frasi irriguardose nei confronti del governo, o comunque favorevoli al governo russo, “il paese aggressore”.

Anche solo postare sui social commenti irriguardosi in merito al governo locale è un problema, se non si viene arrestati ci si ritrova sequestrati i sistemi informatici e ci si ritrova con il divieto di usare internet per quattro anni.

Ormai sono stanco di ripeterlo, ma questo è un evidente deficit di democrazia.

Ok, ragazzi, ci sono i link, non rompete le palle con il fatto che “non è vero”, ok?

http://kp.ua/politics/540178-novyi-hlava-ukrzalyznytsy-pryvez-v-ukraynu-pomoschnytsu-fyhuryrovavshuui-v-hromkom-korruptsyonnom-skandale

http://kp.ua/politics/540559-nadezhda-savchenko-raskhazhyvala-po-verkhovnoi-rade-bosykom

http://www.politnavigator.net/v-es-pridumali-novoe-uslovie-dlya-vydachi-deneg-ukraine-kievu-predlozhili-dobrovolno-ugrobit-svoyu-derevoobrabotku.html

http://www.politnavigator.net/ministr-socpolitiki-ukrainy-zayavil-o-bankrotstve-pensionnogo-fonda-strany.html

http://www.politnavigator.net/kievskoe-izdanie-ukraincam-dayut-realnye-sroki-za-posty-v-socsetyakh-i-prosto-za-razgovory-s-kritikojj-vlasti.html


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext