Quegli Stronzi dei Russi Restituiscono Palmira alla Civiltà ( Come si Permettono! )

Di FunnyKing , il 26 marzo 2016

(tipico russo in vacanza, mete preferite Ucraina e Siria)


L’esercito Siriano con “l’impercettibile” appoggio dell’aviazione e delle forze speciali russe (pare che un soldato russo “in vacanza” sia caduto sul campo), abbia liberto la città di Palmira, la quale ammesso che sia ancora in piedi potrà un giorno tornare a fare mostra delle sue bellezze storiche e artistiche.


Certo che questi russi sono proprio stronzi, tutto per mettersi in mostra di fronte al potente occidente, che come noto ci stava pensando lui a riportare la civiltà in Siria. (eh si come no).


da IBT


I soldati siriani venerdì hanno riconquistato la vecchia cittadella di Palmira affacciata sulle antiche rovine della città, come hanno detto i media di stato e un gruppo di monitoraggio, in un’offensiva che potrebbe aprire gran parte della Siria orientale alle forze governative

La riconquista di Palmira, che i militanti di Daesh hanno preso nel maggio del 2015, segnerebbe la più grande conquista militare per il presidente siriano Bashar al Assad ottenuta con le sue sole forze da quando la Russia è intervenuta nel mese di settembre e ha girato a suo favore il conflitto che si trascina avanti da ormai cinque anni.

Palmira è il sito di alcune tra le più vaste rovine dell’antico impero romano, e templi e tombe sono stati fatti saltare in aria da parte dei combattenti di Daesh, alias ISIS, in quello che le Nazioni Unite hanno descritto come un crimine di guerra.

La città controlla le rotte a est nel cuore del territorio tenuto dai militanti, che hanno proclamato un “califfato” per governare tutti i musulmani nelle fasce di Siria e Iraq.

Il livello dei combattimenti di venerdì riflette l’importanza strategica della città, con jet che hanno lanciato dozzine di attacchi aerei e soldati che hanno sparato raffiche di mortaio, mentre i combattenti di Daesh hanno replicato con due autobombe.

Gli aerei da guerra russi hanno continuato a sostenere l’esercito siriano e dei suoi alleati, che spingono la loro offensiva sulla città del deserto, nonostante il recente annuncio di Mosca di voler ritirare il grosso delle sue forze militari. Il canale televisivo con sede a Beirut Al-Mayadeen, trasmettendo dal bordo di Palmira, ha mostrato un jet a bassa quota effettuare tre attacchi aerei contro quelli che ha detto erano combattenti di Daesh in ritirata dalla vecchia cittadella verso Palmira. La televisione di stato e Al-Manar, la stazione televisiva del gruppo Hezbollah in Libano, in seguito hanno citato fonti militari nel dire che le forze governative avevano preso la cittadella, che si trova sopra le antiche rovine.

L’Osservatorio siriano per i diritti umani con base a Londra ha confermato che la cittadella è stata catturata. L’Osservatorio ha detto che ci sono stati 56 attacchi aerei tra l’alba e il primo pomeriggio di venerdì. Un cessate il fuoco sostenuto da Stati Uniti e Russia copre la maggior parte della Siria, ma non le aree detenute da Daesh. La prima tregua di questo tipo da quando la guerra è iniziata cinque anni fa è stata accompagnata questo mese dai primi colloqui di pace a cui hanno partecipato il governo di Assad e la maggior parte dei gruppi che si oppongono a lui. Nel frattempo, Damasco ha rivolto il suo fuoco su Daesh.

Mosca è il principale alleato del governo di Assad, mentre Washington e altri paesi occidentali hanno sostenuto i nemici che cercano di rovesciarlo nel corso di una guerra civile che va avanti da cinque anni e che ha ucciso 250.000 persone e ha portato alla peggiore crisi dei rifugiati nel mondo dalla seconda guerra mondiale. Entrambe le potenze si sono impegnate nella lotta contro Daesh e hanno sostenuto una nuova spinta diplomatica per porre fine a combattere su altri fronti.

Un agente speciale delle forze russe è stato ucciso in combattimento vicino a Palmira la scorsa settimana, ha detto Interfax, suggerendo che il Cremlino è stato impegnato nel conflitto siriano più profondamente di quanto non abbia riconosciuto.

Gli attentatori suicidi di Daesh hanno fatto esplodere due autobombe mentre hanno cercato di respingere le forze governative che avanzavano nel quartiere degli alberghi nei pressi delle antiche rovine, secondo l’Osservatorio, che monitora la guerra di Siria attraverso una rete di fonti.

I soldati intervistati su Mayadeen e la televisione siriana hanno detto che l’esercito stava completando la cattura di un’altura che domina Palmira.

Gioia dopo la tragedia

Il capo delle antichità siriane Maamoun Abdulkarim ha detto che la cacciata di Daesh da Palmira sarebbe una vittoria per il mondo intero.

“Dopo tutta la tragedia che abbiamo sofferto in Siria per cinque anni…È la prima volta che sentiamo gioia”, ha detto a Reuters Abdulkarim.

“Preghiamo affinché la vittoria arrivi presto in modo che i danni siano limitati. Palmira sotto il loro controllo è significata la perdita di una civiltà”, ha detto. “L’unica scelta è quella di liberare la città in ogni modo possibile.”

Mayadeen e Al-Manar hanno mostrato venerdì le immagini della città antica. Non è stato possibile valutare dai colpi a lungo raggio quali danni ha subito, ma colonnati e diverse strutture sembravano essere ancora in piedi.

L’inviato delle Nazioni Unite Staffan de Mistura ha messo a punto un piano comune per un processo politico volto a porre fine alla guerra civile e ha detto giovedì che i colloqui dovrebbero affrontare la questione di divisione di una transizione del dopoguerra, quando le parti in guerra si riuniscono di nuovo il mese prossimo.

I progressi sono stati lenti, con la delegazione del governo e i suoi oppositori in disaccordo sui termini di tale transizione, tra cui il fatto che Assad che debba o meno tenere il potere nel paese.

p.s. che figura di merda ci stiamo facendo.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext