LE LACRIME PIENE DI IPOCRISIA DI MISTER OBAMA, NEMICO DELLA VITA

https://www.facebook.com/pages/Antonio-Socci-

LE LACRIME PIENE DI IPOCRISIA DI MISTER OBAMA, NEMICO DELLA VITA


Non sappiamo se le lacrime di Obama per le vittime delle tante armi presenti in Usa siano sincere o siano una messa in scena da politicante....


Quel che però sappiamo è che - ammesso che siano vere - sono lacrime ipocrite, perché Obama esibisce la sua commozione per i 30 mila americani che ogni anno muoiono a causa di episodi di violenza legati alla presenza massiccia di armi nelle case; però non versa lacrime per i 57 milioni di bambini americani che, in questi 40 anni, non sono nati a causa della legalizzazione dell'aborto, avvenuta nel 1973.
Obama, che è stato un pessimo presidente, è stato un presidente abortista. Questo è un fatto di cui egli è perfino orgoglioso, mentre dovrebbe vergognarsene.
Pochi giorni fa - ricorderete - ho linkato qui l'articolo della "Nuova Bussola", dove fra l'altro si diceva:
.
"Matt Birk, campione di football che non ha esitato a definirsi cattolico e pro life davanti a tutta la Nazione fino al punto di rifiutare di incontrare il presidente Barak Obama per il suo supporto all’industria dell’aborto, sarà tra gli speaker della prossima March for Life di Washington, il 22 gennaio, quando centinaia di migliaia di persone marceranno per le vie di Washington Dc per chiedere il rispetto della vita umana e l’abolizione della sentenza che dal 1973 ha reso legale l’uccisione di 57 milioni di bambini non nati..... 


Birk, però, nel 2013 sconvolse tutti rifiutandosi di unirsi alla squadra diretta a Washington per rendere omaggio a Barack Obama: «Ho un grande rispetto per la carica di Presidente degli Stati Uniti, ma qualche settimana fa il nostro presidente in un discorso ha detto “Dio benedica Planned Parenthood”», ha spiegato Birk ai media ricordando il discorso tenuto da Obama a un evento organizzato dall’azienda stessa. «Planned Parenthood esegue circa 330 mila aborti all’anno. Io sono cattolico e sono attivo nel movimento pro life e semplicemente ho sentito che questo non potevo accettarlo, non potevo appoggiarlo in alcun modo. Sono molto confuso dalle dichiarazioni di Obama: per quale motivo Dio dovrebbe benedire un luogo dove si mette fine a 330 mila vite ogni anno? Così ho semplicemente scelto di non partecipare alla cerimonia».
.
Io sono dalla parte di Matt Birk. E penso che Obama non abbia titoli morali per fare prediche sulla vita. Dovrebbe solo vergognarsi.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext