» Home  »  Articoli  »  DECALOGO - I

DECALOGO - I

MARCELLO VENEZINI

I- Finora abbiamo trasformato la vita e il mondo; proviamo ora a conoscerli.

Della contemplazione.


Rovesciando le sue radici cartesiane e illuministe, la modernità ha stabilito il primato del fare sul conoscere e poi dell'avere sull'essere. Il mondo è stato modificato radicalmente e la vita stessa ha subito mutazioni senza precedenti, anche genetiche.


Una civiltà di mutanti in un mondo in febbrile trasformazione. La società del mercato globale ha realizzato l'XI tesi su Feuerbach di Marx – finora abbiamo diversamente interpretato il mondo, si tratta ora di cambiarlo –  così trasferendo l'ideologia nella prassi e realizzando la fine della filosofia,  producendo una grande espansione dei mezzi per vivere e una grande penuria di scopi per cui vivere; motivi su cui prosperava la filosofia come la religione.


La tecnica e il benessere sono cresciuti come mai era accaduto prima, allargando la sfera dell'avere e ancor più quella del desiderare; il pensiero e il senso del mondo sono decresciuti, restringendo la sfera dell'essere.


Ora che è cresciuto “il dislivello prometeico” (Gunther Anders) tra la tecnica e la cultura, cioè tra la possibilità di modificare il mondo e la capacità di capirlo, si tratta di compiere il percorso inverso. Abbiamo preso il mondo, ora va compreso.


La contemplazione come punto di ripartenza. Il pensiero raggiunga la prassi e ne commisuri il senso, comparando le sue conquiste e le sue perdite. Si riparte dal pensiero, non dall'agire.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext