VITTORIO SGARBI SU GESł (CONTRO CROZZA)

https://www.facebook.com/pages/Antonio-Socci-

VITTORIO SGARBI: "NESSUNA RELIGIONE HA ESPRESSO TANTA BELLEZZA COME LA NOSTRA", "DOVETE A GESU' CRISTO LA LIBERTA', L'UGUAGLIANZA, L'INDIPENDENZA DELLA DONNA, TUTTO!"



https://www.facebook.com/SgarbiVittorio/videos/1035315143191559/?fref=nf



Più che un monologo quello del critico d'arte è una ineccepibile lezione di storia, un ripasso per tutti gli occidentali che hanno dimenticato per strada le proprie tradizioni (guarda il video). "Dobbiamo essere felici di tanta bellezza, noi e i musulmani - mette in guardia - dobbiamo essere contenti che ci sia qualcuno che può rappresentare Dio".


"Crozza ha ribaltato l'idea della tradizione messa in discussione dalla cultura musulmana e da quanti in Italia pretendono che quella espressione di religiosità e di cultura cristiana venga messa in una dimensione privata". Sgarbi prende di mira, senza troppi giri di parole, "quelli che vogliono togliere il crocifisso, quelli che non vogliono festeggiare il Natale, quelli che non fanno il presepe" e fa a pezzi l'assunto politically correct per cui "per rispettare l'altro occorre negare qualcosa di sé". "Non è mai bene negare nulla di sé", tuona durante la trasmissione di Nicola Porro spiegando che "l'integrazione è uno dei concetti più ridicoli che siano mai stati imposti". Sgarbi è, piuttosto, per la disintegrazione, "l'idea che nessuno integri niente: ognuno è integralmente se stesso e ognuno è curioso dell'altro".



Come, infatti, diceva Spinoza il bene è conoscenza: il bene e il male non sono una buona o una cattiva azione. Bene è, piuttosto, quello che accresce la conoscenza, mentre male è quello che la interrompe, cioè l'ignoranza. "E l'ignoranza - continua Sgarbi a Virus - è quella che dice 'no' a quell'altro".


"Natale è qualcosa di diverso da quello che intende Crozza - spiega il critico d'arte - Natale è la natività di una persona che ha fatto una rivoluzione, per cui l'uomo non deve odiare l'altro". E cita il sommo comandamento dato da Gesù Cristo ai farisei: ama il prossimo tuo come te stesso. "Dio scende in terra per diventare uomo: si diminuisce - continua Sgarbi - la vera dività del Cristo è la sua umanità, il suo essere uomo. Ed è nell'essere uomo che è Dio, non nel risorgere.


Ebbene, noi festeggiamo questa persona che ci ha resi amici, che ha trasformato homo homini lupus in homo homini deus. Per cui noi non possiamo far male all'altro. Senza distinguere che sia o non sia della nostra religione. Ma senza nemmeno negare la nostra". Quindi Sgarbi arriva al cuore del proprio ragionamento, e cioè che "nessuna religione ha espresso tanta bellezza come la nostra". E nello studio di Virus, uno dopo l'altro, mostra i capolavori di Piero della Francesca, Giotto, Schiavone e Caravaggio. "Dobbiamo essere felici di tanta bellezza, noi e i musulmani - mette in guardia - dobbiamo essere contenti che ci sia qualcuno che può rappresentare Dio. Perché Dio è incommensurabile per un uomo piccolo ed è troppo grande per rappresentarlo per le religioni musulmana ed ebraica, ma per la nostra religione è un uomo. E quindi posso parlare di Lui bambino, di Lui adolescente, di Lui adulto. Posso raccontare tutto di Lui perché è un uomo, come me". Per Sgarbi la grandezza del cattolicesimo "è l'umanità, non la divinità".



La carrelata di immagini non serve solo a invitare Crozza ad andare a studiare cosa significa storicamente la natività di Gesù Cristo, ma per augurare a tutti gli spettatori di Virus un buon Natale. "Buon Natale a tutti che non siete nati nel giorno in cui è nato Gesù Cristo, ma dovete a Gesù Cristo la vostra libertà, l'uguaglianza, l'indipendenza della donna, la bellezza...tutto!".

http://www.ilgiornale.it/news/cultura/nessuna-religione-ha-espresso-tanta-bellezza-nostra-1202352.html



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pił letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext