Volete Sapere il Perchè delle Guerre: Dollaro

Di FunnyKing , il 22 ottobre 2015

(e ve lo hanno pure messo li, in bella evidenza)


Questo non è un post per i lettori regolari di Rischio Calcolato, loro lo sanno, lo sanno da tempo.


Ad ogni modo il filo rosso, anzi il filo verde, che lega tutte le guerre importanti e molte delle guerre meno di moda che insanguinano il mondo è uno solo: il Dollaro.


O meglio, volendo generalizzare, il motere del flusso di denaro, armi, e soft power che porta ai conflitti armati ( o alla deterrenza di eventuali conflitti) è il predominio valutario.


Gli americani hanno insegnato al mondo che la circolazione e l’utilizzo della propria moneta è un enorme, ciclopico vantaggio competitivo. Se non altro per il fatto che se ne può incrementare la quantità in circolazione ad uso domestico, senza dovere essere sanzionati con un crollo delle quotazioni.


E quel vantaggio lo difenderanno con ogni arma che il pentagono abbia mai commissionato, con ogni tipo di pressione sui deboli politici eletti nelle democrazie occidentali, con la corruzione, e la paura.


Fate un esercizio, fate caso a tutte le guerre di una certa importanza combattute a livello internazionale negli ultimi 20 anni, e cercate di legarne la genesi alla difesa del dollaro. Vi potrebbe capitare di ricordarvi ad esempio che Saddam Husein e Gheddafi volevano regolare i pagamenti del gas e del petrolio in altro che non fosse il dollaro.


Oppure per restare su cose più attuali vi potrebbero capitare notizie del progetto Iraniano per costruire una borsa del petrolio de dollarizzzata, oppure potreste persino ricordarvi che la Russia sta vendendo gas e petrolio in Yuan alla Cina e che in generale si sta liberando dei dollari nelle sue riserve internazionali.


Un mondo multipolare presuppone un nuovo equilibrio negli scambi internazionali basato su un utilizzo minore del dollaro in favore delle valute di altri paesi, Yuan per cominciare, ma un mondo multipolare implica anche una forte diminuzione del “privilegio esorbitante” (cit. Greenspan) degli americani.


Quindi, in mancanza di un minimo supporto dalla stampa sussidiata, cari amici cercate di guardare un attimo oltre e di andare al succo della questione: chi ha in mano la valuta vincente, domina. La difesa del dollaro verrà fatta a qualsiasi costo.



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext