A PRIMA VISTA E' UNA CATASTROFE

https://www.facebook.com/pages/Antonio-Socci-

A PRIMA VISTA E' UNA CATASTROFE: OGGI, 8 SETTEMBRE 2015, SE BEN CAPIAMO QUELLO CHE SI NASCONDE SOTTO IL LINGUAGGIO GIURIDICO, BERGOGLIO HA IN PRATICA CANCELLATO L'INDISSOLUBILITA' DEL MATRIMONIO INTRODUCENDO IL "DIVORZIO CATTOLICO" (anzi addirittura il DIVORZIO BREVE)?


E' COSI?


CANCELLATE DI FATTO LE PAROLE DI GESU' NEL VANGELO E DUEMILA ANNI DI MAGISTERO COSTANTE DELLA CHIESA?

Ahinoi, questo sembra si possa dedurre... Infatti tutto farà capo ai vescovi che potranno annullare con procedura breve un matrimonio. Si legge all' Art. 14 § 1. del Motu proprio MITIS ET MISERICORS IESUS:


"Tra le circostanze che possono consentire la trattazione della causa di nullità del matrimonio per mezzo del processo più breve secondo i cann. 1369-1373, si annoverano per esempio: quella mancanza di fede che può generare la simulazione del consenso o l’errore che determina la volontà, la brevità della convivenza coniugale".


QUESTO COSA SIGNIFICA?

Alla conferenza stampa Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, S.I.


ha spiegato "su che cosa deve versare questo consenso". 


Ha ricordato che per l'insegnamento della Chiesa il matrimonio è uno e indissolubile (fino alla morte di un coniuge) e che deve essere aperto alla trasmissione della vita. Poi ha aggiunto (ATTENZIONE!!!):


"Nella nostra civiltà tradizionale si poteva presupporre che questi insegnamenti della Chiesa fossero conosciute e condivise. Negli ultimi tempi è sorto il dubbio, che sembra fondato, se tutti quelli che si sposano anche in Chiesa conoscono sufficientemente questi insegnamenti e dunque se il loro consenso si riferisca veramente ad essi. Se questo non fosse il caso, il loro matrimonio sarebbe nullo, cioè, non esisterebbe affatto".


QUESTO CONCETTO E' ASSOLUTAMENTE ASSURDO. PERCHE' CHI SI VUOLE SPOSARE IN CHIESA EVIDENTEMENTE "INTENDE FARE CIO' CHE INTENDE LA CHIESA". INOLTRE DURANTE IL COSIDDETTO "PROCESSICOLO" (ESAME DEI FIDANZIATI CHE VIENE FATTO PRIMA DEL MATRIMONIO) OGNUNO RISPONDE ALLE DOMANDE DEL SACERDOTE CHE VERTONO PROPRIO SU QUEGLI ARGOMENTI (E' LA CONDIZIONE PER ESSERE AMMESSI AL SACRAMENTO). INFINE DURANTE IL RITO OGNUNO PRONUNCIA LA FORMULA DEL MATRIMONIO CHE HA PROPRIO QUESTI CONTENUTI. 


PERALTRO DURANTE IL RITO IL SACERDOTE FA L'INTERROGAZIONE SUL CONSENSO SEMPRE SU QUESTI CAPISALDI.


QUINDI COME SI FA A DIRE CHE OGGI CI SI SPOSA IN CHIESA SENZA SAPERE QUESTE COSE E CHE QUESTO PREFIGURA LA NULLITA'?


UN TALE SOFISMA HA TUTTA L'ARIA DI INTRODURRE SURRETTIZIAMENTE LA POSSIBILITA' DI FATTO DI DIVORZIARE IN BASE A UNA MERA DICHIARAZIONE SOGGETTIVA DI IGNORANZA O DI CARENZA DI FEDE


SE E' COSI, TANTI SALUTI ALL'INDISSOLUBILITA' DEL MATRIMONIO E TANTI SALUTI PURE AL SINODO CHE A QUESTO PUNTO (IN BARBA ALLA COLLEGIALITA') PUO' ANCHE EVITARE DI APRIRSI


E TANTI SALUTI A MARTIRI COME TOMMASO MORO CHE HANNO DATO LA VITA PER FEDELTA' ALL'INSEGNAMENTO DEL VANGELO E DELLA CHIESA SUL MATRIMONIO


IO SPERO DI AVER CAPITO MALE: SE QUALCUNO E' IN GRADO DI SPIEGARMI CHE SBAGLIO NELL'INTERPRETAZIONE SARO' BEN LIETO DI PRENDERNE ATTO E DI CORREGGERMI.


ASPETTO CONTRIBUTI E PARERI.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext