I gatti sono il simbolo del tradimento

di Camillo Langone | 01 Settembre 2015 il foglio

I gatti sono il simbolo del tradimento



Dopo aver parlato male dei cani, utilizzando allo scopo Hans Magnus Enzensberger, sento il dovere di parlar male dei gatti, utilizzando Lauretta Colonnelli.


“La tavola di Dio” (edizioni Clichy) è un libro sull’Ultima Cena analizzata sia dal punto di vista storico che artistico. Intorno alla tavola su cui Gesù e gli apostoli consumarono “erbe amare, pane azzimo, una salsa chiamata charoset, agnello arrostito, vino” è abbastanza improbabile che ci fossero dei gatti, citati nel Vangelo zero volte. Invece nei cenacoli dipinti fra quindicesimo e sedicesimo secolo i felini sono frequenti e di norma si trovano vicino a Giuda perché, scrive l’autrice, simboleggiano il tradimento.


Osservino Domenico Ghirlandaio e Jacopo Bassano, coloro che vogliono prendersi bestie in casa.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext