Indegna Rcs che lascia i libri per la Gazzetta

di Camillo Langone | 01 Agosto 2015

Tertulliano, tu definisti indegni gli spettacoli degli stadi, io vado oltre definendoli idioti e disperandomi per quanto sta facendo Rcs.

Il grande gruppo editoriale sta abbandonando la sua missione originaria, i libri ovvero Adelphi, Bompiani, Marsilio, Rizzoli, per rafforzare il settore sportivo, gazzette rosee e dintorni.

Non critico chi ha preso la decisione: probabilmente, visti i conti, non c’era nient’altro da fare. Critico chi ha causato la decisione: gli italiani invasi e in via di estinzione del ventunesimo secolo che si appagano di circenses come i romani invasi e in via di estinzione del quinto secolo. Gli italiani non vogliono leggere, vogliono applaudire



. Cliccare “mi piace” è il massimo dello sforzo intellettuale per chi si interessa di Balotelli, Ferrero, calciomercato, Formula Uno…

Sempre più ignoranti e quindi sempre più poveri, la nuova Rcs è fatta per loro.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext