Sono stato io a dire ai due leghisti di portar via il tappeto da preghiera

di Camillo Langone | 30 Luglio 2015 IL FOGLIO

Sant'Ambrogio che usasti tutto il tuo prestigio per far assolvere i cristiani colpevoli di aver incendiato la sinagoga di Callinico, in Siria, presumo di conoscere il tuo pensiero sui due consiglieri comunali leghisti colpevoli di aver smantellato la moschea volante allestita nel palazzo municipale di Torino.

Tu scrivesti all'imperatore che voleva condannare gli incendiari: “Concederai ai giudei questo trionfo sul popolo di Cristo?”.

Oggi nessuno, tantomeno quell'ipocredente del tuo successore a Milano, scriverà ai persecutori dei due leghisti un messaggio analogo.

Tutti qui sono ansiosi di concedere il trionfo ai maomettani.



A cominciare dal sindaco Fassino, sostenitore della moschea volante e del convegno per l'islamizzazione della moda italiana (al “Global islamic economy summit” di Torino hanno discusso su come aumentare il numero di donne velate nelle nostre strade, e grazie ai soldi degli emirati e alla pronta disponibilità di Zara, Mango, H&M, Dolce & Gabbana, Prada vedremo presto nuove Ramadan Collection).

“Io dichiaro di aver dato alle fiamme la sinagoga, sì, sono stato io che ho dato l'incarico, perché non ci sia più nessun luogo dove Cristo venga negato”, scrivesti.

Non sono degno di imitarti, però sono stato io a dire ai due leghisti di portar via il tappeto da preghiera.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext