BUTTAFUOCO BUTTAMELONI

Amedeo La Mattina per 'la Stampa' DAGOSPIA 31/7/2015

BUTTAFUOCO BUTTAMELONI: “IGNORANTE. HA VOLUTO INTIMIDIRMI E ALIMENTARE DI ODIO PURO LE ORDE DI DESTRA.


«NON MI CANDIDO FACCIO POLITICA PER LA SICILIA CON I MIEI LIBRI»


Pietrangelo Buttafuoco, lei dice che l’antifascismo ha fatto di lei un cittadino di serie B. Ora Giorgia Meloni sostiene che la sua fede islamica non gli consentirebbe di candidarsi alla presidenza siciliana, come vorrebbero i leghisti. Si sente retrocesso in serie C?
«Premesso che non ho intenzione di fare campagna elettorale (e poi non sono candidabile perché non sono democratico), in questa storia c’è un aspetto comico e una punta infame: Meloni ha voluto intimidirmi e alimentare di odio puro le orde di destra. Un cretino per strada lo trovi sempre, sui social e twitter sono in tanti a insultarmi.


Qualcuno attorno a me ha paura per quello che potrebbe accadermi: gli imbecilli di destra non capiscono cos’è l’islam. La reazione di Giorgia è dovuta a ignoranza e a una piccola danza elettorale per parlare a certi elettori di destra politicamente corretti, per curare il suo orticello e non farsi oscurare da Salvini che ha le carte in mano in quell’area».


Non sembra che la Lega, che lei segue con attenzione, brilli per tolleranza verso musulmani e immigrati arabi. Che ne pensa del blitz al Comune di Torno per impedire ad alcuni imprenditori musulmani di pregare?
«Un atto compiuto da idioti. Nella Lega ci sono pure persone intelligenti. Mi riferisco ai giovani del sito il Talebano, alla rete Mille Patrie, a Terra Insubre, ai tanti giovani che a Roma e nel Sud si sono avvicinati a Salvini e allontanati da quella destra che vorrebbe rappresentare la Meloni. Ecco perchè mi attacca, per una partita politica nazionale. A lei della Sicilia non gliene frega nulla».


Meloni dice che la candidatura di un convertito all’islam sarebbe un cedimento ai fondamentalisti musulmani e ai terroristi che ci vogliono sottomettere. Cosa risponde?
«E’ come dire che un valdese, un buddista, un induista, un vegano, un omosessuale non può essere candidato. Assurdo».


Non si candida ma farà politica in Sicilia?
«Faccio politica con i miei libri e gli spettacoli. Continuerò a girare la Sicilia per dire che la Regione o diventa uguale alle altre, perdendo l’inutile autonomia speciale, o diventa indipendente. Renzi metta fine al vergognoso Crocetta. I grillini, al posto di stare caldi nella cuccia del loro stipendio, perché non si sono dimessi come ha fatto Ferrandelli?». 



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext