CODICE PIDDINO –

Filippo Facci per 'Libero Quotidiano' dagospia.com

 LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI? 




 A ROMA C’È LA MAFIA MA NON CI SONO ELEMENTI “UNIVOCI” PER SCIOGLIERE IL COMUNE – IN CAMPANIA C’È UN PRESIDENTE DA SOSPENDERE MA SI VA AVANTI – IN PIEMONTE FIRME FALSE MA PAZIENZA


Attenzione, questo non è un articolo critico, è solo un rilievo olfattivo. Qui Roma, giunta Pd di Ignazio Marino: il prefetto Franco Gabrielli (ieri) ha rilevato che in municipio ci sono infiltrazioni mafiose ma la sua relazione giunge a conclusioni diverse da quelle della commissione d'indagine: gli elementi infatti non sono «concreti, univoci e rilevanti» e inoltre manca «il tratto dell' univocità», insomma sì ma però, Marino non deve sciogliere la giunta.


Qui Torino, giunta Pd di Sergio Chiamparino: il Tar del Piemonte (ieri) ha stabilito che molte firme erano false ma ha dichiarato inammissibili i ricorsi sulle liste di alcuni comuni e segnatamente sulla lista regionale del sindaco, accogliendo così le motivazioni dell'avvocato della lista Chiamparino presidente e insomma, sì ma però, Chiamparino non dovrà sciogliere la giunta.


Qui Napoli, giunta Pd di Vincenzo De Luca:la procura di Napoli (una settimana fa) ha sospeso la sospensione del neo governatore regionale e ha rinviato a metà luglio ogni decisione sull' applicazione dell'inapplicabile Legge Severino, quella che funziona solo se applicata ai cittadini di Arcore sotto il metro e 80: insomma sì ma però, De Luca potrà procedere con la sua giunta. Roma, Torino, Napoli: va tutto bene, e infatti questo non è un articolo critico, è solo un rilievo olfattivo: cos'è questa puzza?


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext