OGGI E' SANTA GIOVANNA D'ARCO

https://www.facebook.com/pages/Antonio-Socci-


(fatta bruciare da vescovi e altri uomini di Chiesa e poi canonizzata dalla Chiesa)
.
Durante il processo ai giudici ecclesiastici (che erano al servizio del re inglese) i quali le intimarono di sottomettersi alla Chiesa, lei avrebbe risposto: «Sì, Dio servito per primo»
.
.

Ecco alcuni brani della catechesi di papa Benedetto XVI su santa Giovanna d’Arco nell’udienza generale di mercoledì 26 gennaio 2011.

«Cari fratelli e sorelle,
oggi vorrei parlarvi di Giovanna d’Arco, una giovane santa della fine del Medioevo, morta a 19 anni, nel 1431. Questa santa francese, citata più volte nel Catechismo della Chiesa cattolica, è particolarmente vicina a santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e d’Europa. […]


Il Nome di Gesù, invocato dalla nostra santa fin negli ultimi istanti della sua vita terrena, era come il continuo respiro della sua anima, come il battito del suo cuore, il centro di tutta la sua vita. Il Mistero della carità di Giovanna d’Arco, che aveva tanto affascinato il poeta Charles Péguy, è questo totale amore di Gesù, e del prossimo in Gesù e per Gesù. […]


Con il voto di verginità, Giovanna consacra in modo esclusivo tutta la sua persona all’unico Amore di Gesù: è “la sua promessa fatta a Nostro Signore di custodire bene la sua verginità di corpo e di anima”. La verginità dell’anima è lo stato di grazia, valore supremo, per lei più prezioso della vita: è un dono di Dio che va ricevuto e custodito con umiltà e fiducia. Uno dei testi più conosciuti del primo Processo riguarda proprio questo: “Interrogata se sappia d’essere nella grazia di Dio, risponde: Se non vi sono, Dio mi voglia mettere; se vi sono, Dio mi voglia custodire in essa” (cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 2005).


La nostra santa vive la preghiera nella forma di un dialogo continuo con il Signore, che illumina anche il suo dialogo con i giudici e le dà pace e sicurezza. Ella chiede con fiducia: “Dolcissimo Dio, in onore della vostra santa Passione, vi chiedo, se voi mi amate, di rivelarmi come devo rispondere a questi uomini di Chiesa”. Gesù è contemplato da Giovanna come il “Re del Cielo e della Terra”. Così, sul suo stendardo, Giovanna fece dipingere l’immagine di “Nostro Signore che tiene il mondo”. […]
Mi piace ricordare come santa Giovanna d’Arco abbia avuto un profondo influsso su una giovane santa dell’epoca moderna: Teresa di Gesù Bambino. In una vita completamente diversa, trascorsa nella clausura, la carmelitana di Lisieux si sentiva molto vicina a Giovanna, vivendo nel cuore della Chiesa e partecipando alle sofferenze di Cristo per la salvezza del mondo.


La Chiesa le ha riunite come patrone della Francia, dopo la Vergine Maria. Santa Teresa aveva espresso il suo desiderio di morire come Giovanna, pronunciando il Nome di Gesù, ed era animata dallo stesso grande amore verso Gesù e il prossimo, vissuto nella verginità consacrata».



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext