Intanto in Macedonia, Casualmente Scoppia Una Rivolta Colorata (Aggiornamento)

9/5/2015 rischiocalcolato.it

Aggiornamento ore 17.13: dal punto di vista della TV Svizzera, parrebbe che un gruppo di paramilitari abbia preso posizione armata a Kumionovo.


Tutto farebbe pensare che provengano dal Kosovo. Ah a proposito, guarda caso mentre persidente e premier erano in visita a Mosca. A volte le coincidenze….

Un gruppo di uomini armati, tra i 70 e gli 80 secondo le prime testimonianze, hanno fatto irruzione in un quartiere periferico della città di Kumanovo, nel nord della Macedonia al confine con Serbia e Kosovo. I miliziani si sono asserragliati in case disabitate o edifici diroccati.

Una decina di poliziotti sarebbero rimasti feriti negli scontri a fuoco; una tv locale ha parlato di tre agenti morti in ospedale, ma la notizia non è stata confermata, così come quanto riferito da altre fonti che parlano di una donna e il suo bambino rimasti uccisi in una sparatoria.

Il presidente macedone Gjorgje Ivanov ha interrotto una visita ufficiale a Mosca – dove in mattinata ha assistito alla grande parata militare sulla Piazza Rossa per i 70 anni dalla vittoria sovietica sul nazifascismo – e ha fatto ritorno anticipatamente a Skopje.

Intanto il governo serbo ha disposto l’invio di forze di polizia supplementari al confine con la Macedonia. Anche nella zona cuscinetto di sicurezza alla frontiera fra Serbia e Kosovo (che Belgrado chiama linea amministrativa, non riconoscendo l’indipendenza di Pristina) è stata rafforzata la presenza della polizia.

Aggiornamento ore 16.30: La Serbia rafforza il presidio militare al confine con Kosovo e Macedonia.

da Ansa

(ANSA) – BELGRADO – Il governo serbo ha disposto l’invio di forze di polizia supplementari al confine con la Macedonia, dove dall’alba di stamane alla periferia di Kumanovo (nord della Macedonia) è in corso una vasta azione delle forze di sicurezza macedoni per neutralizzare le azioni eversive di un gruppo armato formato sembra da 70-80 persone. Come riferiscono i media a Belgrado, il ministro dell’interno serbo Nebojsa Stefanovic ha parlato con la collega macedone Gordana Jankulovska, che lo ha informato sull’evolversi della situazione.

Anche nella zona cuscinetto di sicurezza alla frontiera fra Serbia e Kosovo (che Belgrado chiama linea amministrativa non riconoscendo l’indipendenza di Pristina) è stata rafforzata la presenza della polizia. Il premier serbo Aleksandar Vucic da parte sua, alla luce del forte aumento della tensione nel nord della Macedonia e al confine con la Serbia, ha convocato per domani una riunione di emergenza dell’Ufficio per la sicurezza nazionale.

Il bilancio degli scontri a Kumanovo e’ finora di una ventina di poliziotti feriti. Secondo i media ci sarebbero anche dei morti, sia tra i poliziotti che tra la popolazione civile, ma dalle autorità non sono giunte conferme ufficiali. (ANSA).

Aggiornamento ore 14.48: Casualmente:

  • A Scopje ci sono manifestazioni sempre più violente delle opposizioni supportate da intercettazioni telefoniche che non si capisce come arrivano alla stampa (ho detto per caso CIA?)
  • A Kumanovo verso il confine Serbo, frontiera che alcuni miei contatti mi hanno detto essere temporaneamente chiusa, sono scoppiati scontri fra la Polizia e gruppi di “rivoluizionari” di etnia Albanese. La stampa serba parla anche di infiltrazioni dell’UCK Kosovaro. (ho detto per caso Cia?)

Ma tu guarda i casi della vita. (ehi, ma per caso mi è scappato di dire Cia?)

Link:

1) http://inserbia.info/today/2015/05/macedonia-police-launch-operation-against-armed-group-in-kumanovo/

2) http://uk.reuters.com/article/2015/05/09/uk-macedonia-police-idUKKBN0NU0EU20150509

Ah certo ma sono tutte coincidenze temporali con la possibilità che la grecia si accordi con Putin per far passare Turk Stream sul suo territorio…. ovviamente.

p.s. la geopolitica è ironica, fino a ieri quei coglioni dei Greci si incazzavano se chiamavi la Macedonia col il nome che i Macedoni si sono dati, tanto che alla frontiera greco-macedone dovevi dichiarare di andare a Scopje e non in Macedonia (come se Scopje fosse uno Stato) se no ti fermavano per perquisizioni lunghissime. Oggi la MACEDONIA (ingoiate idioti col sirtaki) diventa un possibile alleato, ah una bella dose di umiltà non fa male a nessuno.

___________________

La questione mi tocca personalmente, ho l’aereo prenotato per Scopje lunedì prossimo per questioni di affari e a questo punto mi viene il dubbio se non sia il caso di rimandare. Ora guardate questa simpatica mappa:


Come si nota la Macedonia è un tassello fondamentale per portare il gas russo dalla Turchia alla Grecia e poi in Serbia, paese solido e amico della Russia…poi vabbeh Ungheria e il gioco è fatto.

L’anello più debole pare sia la Macedonia paese nel quale misteriosamente molte telefonante compromettenti degli esponenti di governo vengono intercettate da qualcuno e finiscono regolarmente sui giornali. E oggi parrebbe sia partito un abbozzo di rivoluzione colorata contro la “brutalità della polizia” .

da Fox11

Thousands in Macedonia protest alleged police brutality

May 08, 2015 18:12 GMT

SKOPJE, Macedonia (AP) — Thousands of Macedonian opposition supporters have joined nationwide protests against alleged police brutality — unrest that follows reports that the conservative government conducted a massive wiretap campaign.

Police on Friday blocked off streets leading to the government building in the capital, Skopje, where clashes during a protest Tuesday left 38 officers and one protester injured.

About 1,000 people were marching through the city late Friday. Local media said smaller demonstrations were being held in eight other cities.

The protests started Tuesday, after opposition leader Zoran Zaev — citing illegally recorded conversations — accused the government of trying to cover up the 2011 police killing of a 22-year-old man.

Zaev has accused Prime Minister Nikola Gruevski of tapping the phones of 20,000 people, including police, judges and journalists. Gruevski denies wrongdoing.

Ma tu guarda a volte il caso, le coincidenze, il GomBloDDismo.



Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext