FELICIT┴ ╚ů

MARCELLO VENEZIANI


“Felicità è un mattino di maggio in terza elementare. (...)

La porta era socchiusa e il sole spalancato suggeriva pensieri del mare in piena aritmetica.

Ad un tratto appare mio padre e mi fa uscire in anticipo da scuola per andare col suo ciclomotore rosso e nero (l’unico veicolo a motore che sapeva guidare) in campagna.

Aveva la mia età di ora e come me fuggiva a metà mattina dalla presidenza del suo istituto verso il grembo radioso di madre natura.

Felicità è quel viaggio con le braccia intorno alla sua cintola, le voci alterate dal rumore del motore; facevo capolino dietro le sue spalle per ripararmi ora per godere il vento a sorsi.

Giocavo a bisbigliare le parole e lui doveva ripeterle ad alta voce. Ogni errore una risata.

Poi la beata mattina nel trionfale paesaggio di una campagna eccitata di maggio.

Quella provvista di luce in un intenso mattino ha risarcito tanti oscuri tunnel della vita. Un viaggio breve ma infinito, colmo di euforia.”

M.V. - Il segreto del viandante – nostalgie di un contemporaneo. Dicembre – Tornare


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext