E così la Cina sta mentendo su tutto

Zero Hedge03 Luglio 2012

Non sarà una sorpresa per nessuno: via via che si sfogliano altri strati della grande cipolla dello schema Ponzi mondiale, si viene a sapere che la Cina sta di fatto mentendo su tutto. Sì, lo sappiamo, è una notizia sensazionale...

Dal New York Times:

Adesso che l'economia cinese incomincia a perdere colpi, eminenti dirigenti di azienda in Cina ed economisti in Occidente, affermano ci siano prove che funzionari locali e provinciali falsifichino le statistiche economiche per distogliere lo sguardo dalla reale gravità dei problemi.

Nelle più grandi aree del Paese si sono accumulate montagne record di carbone, visto che gli impianti ne bruciano molto meno dopo il crollo della richiesta di energia elettrica; ma i funzionari governativi, locali e provinciali, hanno obbligato i gestori degli impianti a non riferire a Beijing la reale portata del crollo. Lo riferiscono alcuni dirigenti del settore energetico.
Dunque, anche quell'unico indicatore che alcuni, anche noi, ritenevano in qualche modo essere realistico, cioè il bilancio fra produzione e consumi di energia elettrica, è invece fasullo:

La produzione ed il consumo di energia elettrica erano stati considerati gli indici attendibili di un'ampia gamma di attività economiche. E poichè la raccolta e la diffusione dei dati in Cina non sono mai state considerate attendibili come in altre nazioni, tali indici erano visti da molti investitori esteri, ed anche da alcuni funzionari cinesi, come lo standard di riferimento per valutare lo stato reale di salute dell'economia cinese... Ma un economista ben introdotto nell'ente per l'energia ha dichiarato che i funzionari, dopo aver scoperto da alcuni valori che le cifre relative all'energia elettrica erano state manipolate per eccesso, hanno iniziato a porre domande.

Un altro alto dirigente cinese, con accesso ai dati relativi alle reti elettriche di due province della zona centro-orientale della Cina - le due province dello Shandong e dello Jiangsu, sedi di industria pesante - ha dichiarato che in entrambi le province il consumo di energia elettrica è calato a maggio di oltre il 10% rispetto al corrispondente mese dell'anno precedente. Analoghi cali si sono manifestati in altre zone della Cina occidentale.

Eppure, gli economisti legati all'ente per l'energia elettrica sostengono che i valori [dei consumi] provenienti da città e province di tutto il Paese siano costanti od abbiano mostrato un leggero aumento.
In altre parole, la situazione relativa al grafico che vi abbiamo fornito un mese fa e che mostrava il crollo già avvenuto della produzione energetica cinese, è in realtà molto, ma molto più negativa.


Dunque, perchè qualunque dato provenga dalla Cina è falso? E, come conseguenza, perchè tutti i soloni ed i guru che lodano il toro cinese se ne riempiono la bocca? La risposta è una: motivi politici.

Le critiche sulla qualità e la precisione dei dati economici cinesi durano da tempo, mentre le preoccupazioni sono una novità. Quest'anno, per la prima volta dal 1989, un netto calo nell'economia ha coinciso con il decennale cambio della guardia negli alti livelli del comando politico.

I funzionari governativi, di qualunque livello, sono sotto pressione nel tentativo di fornire cifre che indichino a Beijing una economia in buona salute, in quanto sono in attesa di promozione, declassamento o trasferimento. Perciò, stando ai dirigenti ed agli economisti, vengono falsificati quei valori che indicano una qualche riduzione nell'attività economica.

«I funzionari governativi non vogliono vedere valori negativi», quindi dicono ai dirigenti del comparto energia di trasformare in zeri - nessun cambiamento - i valori negativi; lo riferisce un capo esecutivo del settore energia.
Detto ciò, la realtà è che la Cina - che stando a demenziali dicerie mediatiche emergenti ogni due settimane dovrebbe «salvare finanziariamente» il resto del mondo - versa in condizioni anche peggiori di quelle nella quale si trovava subito dopo il crollo della Lehman:

La domanda invece che conviene porsi è se il rallentamento reale non sia oltretutto peggiore.

Il fatto che i dati governativi siano manipolati, aiuterebbe a comprendere perchè il prezzo di materie prime quali il greggio, il carbone ed il rame sia sceso pesantemente questa primavera benchè le statistiche ufficiali cinesi mostrassero solo un lieve rallentamento dell'attività economica.

La manipolazione delle statistiche ufficiali potrebbe anche fornire una spiegazione sul perchè alcuni grandi distributori di beni di consumo e di materiali da costruzione segnalano come le vendite siano attualmente tanto misere quanto agli inizi del 2009.

Analisi condotte negli anni da Goldman Sachs e da altre istituzioni, suggeriscono in modo chiaro che gli statistici cinesi ammorbidiscino i valori quadrimestrali delle crescite, diminuendo i valori negli anni di forte crescita ed aumentando i valori relativi alla crescita economica durante i ribassi.

In passato, anche alcuni funzionari cinesi hanno sollevato dubbi sull'attendibilità delle statistiche economiche. Una nota diplomatica americana - resa pubblica da Wikileaks - ci mostra che Li Kuqiang - da molti ritenuto il futuro primo ministro cinese il prossimo autunno - affermò nel 2007 che considerava le cifre relative alla crescita economica cinese nel suo insieme quali cifre «fatte dall'uomo» e quindi non attendibili.
Dunque, riassumiamo: grande differenza fra quanto dichiarato e quanto corrisponde al vero... elezioni politiche decisive... un regime da molti accusato di diffondere, da anni, dati falsificati.

Questo potrebbe suggerire che anche i dati forniti dall'America potrebbero essere altrettanto artefatti e privi di valore?

Ohh nooo, impossibile.....

Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla, revisione di Lorenzo de Vita

Fonte>  zerohedge.com


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext