Se L'incesto non è più tabù

1/10/2014 Marcello Veneziani Il Giornale

Ma cosa spettate ad applicare il verdetto  del Consiglio etico tedesco che vuole depenalizzare il reato d'incesto?



Per noi sarà raccapricciante ma la richiesta germanica (in ogni senso) è fondata sul piano logico, legale e culturale perchè è l'applicazione rigorosa di un principio in vigore anche da noi: se due adulti liberi e consenzienti decidono di avere rapporti sessuali tra loro, non c'è limite naturale, religioso o culturale che tenga. 


Perchè il nostro indiscusso diritto alla libertà individuale dovrebbe fermarsi davanti a un vecchio tabù familista (su cui si è fondata la civiltà)?


E' partito il solito giro culturale per legittimare l'incesto: si evoca l'antichità, dai faraoni all'olimpo agli dei greci (ma per un dio è più osceno il rapporto con un mortale che con una sorella).


Poi, a supporto della mitologia arriva la fabbrica dei miti d'oggi, il cinema con i suoi film incestuosi (da The dreamers a Lonano da mio padre, da Sodoma a Fotografando Patrizia). E i libri, da Christine Angot a Anais Nin, per non dire oltre.


Magari diranno che il retrogusto di Fratelli d'Italia era già incestuoso, e che la Genesi evoca l'incesto: come si riprodusse l'umanità se non tramite incesto, tra Eva e il figlio Caino, presumo, dopo un conflitto omofobo con Abele?


Un tempo pensavamo che la bestialità fosse restare allo stadio di natura.


Ora sappiamo che la peggiore bestialità è negare la natura ed esaltare senza limiti la libertà di scelta. 


Complimenti umanità, la fratellanza ha preso una bella piega.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext