Abenomics: se anche qualcosa non funziona...

8/9/2014 ilgrandebluff.info

basta rincarare la dose...no?



Purtroppo anche l'Abenomics ovvero il più ardito&mai visto prima esperimento-banzai di politica monetaria e di stimoli economici
 in Italia come sempre viene interpretato in modo ideologizzato e diventa preda delle "tifoserie" che lo usano per dimostrare la fondatezza o meno delle loro "fedi"...

Io invece che vi posso dire?... Molte cose NON funzionano nell'Abenomics e nel QE-Banzai della Bank of Japan...e non poteva essere altrimenti, perché l'economia è molto di più (ed anche molto di meno...) di quello che possono dirvi gli economisti (soprattutto se talebani).... ;-)


E perché la politica monetaria e/o la mitica "moneta sovrana" sono state fin troppo sopravvalutate nella loro supposta "onnipotenza",  che sicuramente funziona molto bene per la "finanza"....;-) mentre funziona molto meno sul contesto generale dell'economia, dove le politiche monetarie sono solo un tassello (anche se non trascurabile). ....................................


."My biggest concern (N.d.R. on Japan) is that most of the emphasis has been on solving the short-to-medium term challenges of overcoming deflation and boosting demand.
While I think that emphasis has been the right approach, most Japanese economic problems really revolve around long-term issues: an aging and declining population, a need to increase our potential growth rate, and longer-term fiscal consolidation. Whether or not the government can overcome these challenges is still very much an unknown."


Comunque tutti rimangono appiccicati al "monitor giapponese" per capire come andrà a finire il loro esperimento-QE-banzai che farà anche da "macchina del tempo" per tanti altri esperimenti simili.


E visto che l'Abenomics 1.0 non sta dando gli effetti magici attesi...


ecco che si stanno preparando "naturalmente" a rincarare la dose con altra Abenomics 2.0...e che quazzo!


E sulle attese di un'ulteriore dose di QE-banzai...


il Nikkei si è sparato una roba del genere (ve l'ho già detto che le politiche monetarie funzionano benissimo sulla finanza?...)


...a fronte però di dati macro-economici del genere (che "naturalmente" i guru-economisti "avevano previsto al millimetro"...tutto come da manuale no?)

Giappone, PIL secondo trimestre rivisto a -1,8%
Si è trattato del più forte calo dal 2011.
Il governo giapponese ha rivisto al ribasso il dato sul PIL nel secondo trimestre del 2014 da -1,7% a -1,8%. Si è trattato del più forte calo dal 2011. Il dato è conforme alle previsioni degli economisti.
A pesare sull'economia del Paese del Sol Levante è stato l'aumento dell'IVA deciso dal premier Shinzo Abe.
Il consumo da parte dei privati è sceso lo scorso trimestre del 5,1% contro il -5,0% della stima preliminare.
Il dato relativo agli investimenti delle imprese è stato rivisto, da -2,5% a -5,1%.
Su base annua il PIL del Giappone è calato lo scorso trimestre del 7,1%.
La stima preliminare aveva indicato un calo del 6,8%. Gli esperti avevano atteso un calo del 7%.


...ed a fronte però di tante tante "cosette" che proprio NON tornano (vedi qui di seguito).


Beh....chi vivrà vedrà....tifoserie o non tifoserie....


Qui non si vuol capire che siamo in TERRITORIO INESPLORATO e che anche i vecchi schemi presentati dagli economisti come DOGMI DI FEDE andrebbero quanto meno sottoposti al beneficio del dubbio...

Mi spiace che non abbia il tempo di tradurvelo dall'inglese e dunque al massimo i miei soliti 10 lettori english-normo-dotati potranno cogliere.... ;-) Ma questo post è solo un "assaggio" delle profonde contraddizioni dell'Abenomics
sulle quali vi tiene sempre bene informati FunnyKing ...basta cercare in Google: Rischio Calcolato Giappone



Shinzo Abe's Six Most Worrisome Charts
by zero hedge
It is not hard to find an exemplary chart of the collapse of the Japanese economy - as we have been diligently exposing for the past few years despite Abenomics' promises (tonight's especially) .



Even Japanese government advisors are concerned:
"My biggest concern is that most of the emphasis has been on solving the short-to-medium term challenges of overcoming deflation and boosting demand.
While I think that emphasis has been the right approach, most Japanese economic problems really revolve around long-term issues: an aging and declining population, a need to increase our potential growth rate, and longer-term fiscal consolidation.
Whether or not the government can overcome these challenges is still very much an unknown."
Motoshige Itoh, professor at the University of Tokyo Graduate School of Economics and a member of the Cabinet Office's Council on Economic and Fiscal Policy


These six charts suggest not only does Japan have a long way to go,
but the trend is very much not their friend...


Source: Goldman Sachs


* * *


Goldman has a little more color on tonight's disaster too...
We expect sluggish recovery momentum: We estimate the drop-off from pre-tax-hike rush demand will gradually fade through Jul-Sep.
However, we watch for the possibility that the decline in real disposable income and large increase in inventories may continue to have a negative impact on domestic demand that deals a body blow to the economy for a comparatively long time.
We think unfavorable summer weather is also a negative catalyst.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext