ACCETTATE CARAMELLE DALLE SCONOSCIUTE

Marcello Veneziani 7/9/2014 Il Giornale

Da qualche tempo coltivo un'amicizia epistolare speciale e misteriosa con una lettrice che non conosco e che non chiede d'incontrarmi.



Non mi manda lettere e scritti da pubblicare, come altri, ma interi quaderni a fondo perduto, agende modestine gremite di parole in un dialogo immaginario con me.


Mi racconta con la sua chiara calligrafia scorci della sua vita e frutti delle letture di testi che ho consigliato o solo citato, commenta "Cucù" o frasi dei miei libri.


Li pensa e li ripensa, poi li applica alla vita sua, alla sua famiglia.


E cita Cristina Campo, Rilke, Florenski.....Ma non solo.


Decora questi quaderni con squisiti ornamenti, disegni e pitture che alludono alla sua vita, a quegli autori o a me. Il mare ricorre e a volte conclude il diario, "per farsi perdonare", sapendo il comune amore.


Costruisce complesse pagine che si aprono a ventaglio, con personaggi a rilievo, poesie illustrate.


Anima la pagina, in tutti i sensi.


Ma la cosa che più mi colpisce è che "brucia" questo ricco diario spirituale mandandolo all'unico destinatario remoto, scusandosi di invadermi con le sue incursioni e i suoi errori eventuali.


Di solito i diari si custodiscono gelosamente in un tabernacolo, lei invece preferisce sprecarli così.


Ho una raccolta nutrita ormai, quasi la sua opera omnia.


Non dirò di lei neanche il suo nome, per non crearle imbarazzo, pur tutelare la purezza dell'anonimato e la timidezza della sua indole.


Ma a volte la nostra anima frequenta più amici di noi.


Comitive di spiriti a nostra insaputa


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext