E' qui la festa, ma niente politica

30/8/2014 Marcello Veneziani Il Giornale

Ehi, dico a voi, trovate traccia di politica da qualche parte?



Non se ne vede l'ombra e non solo perchè è estate. Sta nascendo un grosso partito Apolitico, tendenzialmente apatico, che attraversa come un serpentone le macerie della politica.


Gli eventi di fine agosto che solitanmente annunciavano il ritorno della politica sono completamente svuotati di ogni messaggio. La festa dell'Unità sorge su un partito in sonno, una sinistra smorta, l'Unità defunta, l'assenza più totale di simboli e temi politici.


L'unica svolta di cui parlano i giornali è lo spaccio di mojito. E' la prima festa  dell'era mattea, presto si chiamerà Festa della Renzità.


Anche il meeting di CL che suscitava polemiche politiche anche a distanza, si sta svolgendo senza una benchè minima traccia di politica.  Le altre feste politiche sanno di sedute spiritiche (per esempio quella di Fini a Mirabello) e sono ormai un ricordo le feste politico-patronali di San Clemente Mastella e San Tonino Di Pietro.


Niente scazzi politici neanche alla mostra del cinema.


Le più vivaci polemiche degli ultimi tempi hanno riguardato i nudi di governo al mare, il disincanto politico investe la Boschi dopo la scoperta della cellulite, e al sud l'intesa politica più rilevante è il flirt della Picerno con Saviano.


Il guaio, dirà la gente, è che la politica è sparita, i politici no, e si aggirano sbandati tra gli stand e gli ombrelloni. Una scia di vuoti a perdere e di carcasse politiche spiaggiate alla deriva.


E' il taglio della politica, ma non dei suoi costi.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext